La calda e umida estate è finita ed ora è finalmente giunto il momento di goderci la bella aria fresca dell’autunno: serate più lunghe, foglie che cadono, castagne, tartufi e ovviamente… spiriti maligni provenienti dall’oltretomba. Esatto, perché l’ultima stagione dell’anno è quella in cui cade Halloween, la festa più spaventosa che ci sia! [inserire qui suono spettrale]. Possiamo dire quindi che Star Comics abbia fatto bene a scegliere questo periodo dell’anno per lanciare la loro nuova serie manga legata al mondo del sovrannaturale, ossia Ghost Girl, la nuovissima opera del mangaka Saiké Akissa, pseudonimo di Akihisa Ikeda, autore meglio conosciuto ai più per quella grandissima perla fumettistica di Rosario + Vampire. Questa storia sbarcata nel 2020 sulla rivista online Jump+ di Shueisha ha di nuovo a che fare con mostri e creature leggendarie, ma con un piglio leggermente diverso. Scopriamo dunque cos’ha da riserbarci il primo volume.

Piccoli appunti per quanto riguarda l’edizione italiana del manga. Un volume singolo presenta sovraccoperta e pagine sia a colori che in bianco e nero, con il senso di lettura all’occidentale. Quest’ultima scelta è stata richiesta direttamente dall’autore di Ghost Girl ed è stata applicata a tutte le edizioni dell’opera stampate al di fuori del Giappone. Il primo volume è disponibile anche in versione variant limitata.
 
Ghost Girl

La trama di Ghost Girl inizia a Yokohama, Giappone, in un anno non ben precisato del ventunesimo secolo, nel quale gli spiriti dell’altro mondo hanno trovato un modo per riversarsi in massa nel mondo degli umani, facendo aumentare drasticamente i casi di possessioni ed eventi paranormali. A farne le spese è la povera Chloe, un’attrice di film horror sempre a caccia di un ruolo che possa lanciarla definitivamente nel mondo dello spettacolo, la quale è spesso vittima degli spiriti maligni che vogliono impossessarsi del suo corpo. Per sua fortuna, incontrerà anche uno spirito particolarmente benigno che l’aiuterà a superare le varie orde di mostri: si tratta del co-protagonista Kai Iod, uno spettro dal bellissimo aspetto che è venuto sulla Terra per indagare sul recente flusso anonimo di creature provenienti dall’aldilà e che nutre anche un particolare interesse su Chloe…

… un interesse che, però, non chissà quanto nobile: Kai è attratto dalla ragazza in quanto lolicon! Quello che non vi abbiamo ancora detto è che Chloe possiede uno splendido fisico da loli, nonostante abbia in realtà ventotto anni di età. Inoltre, l’affascinante ragazzo-spettro è un grandissimo fan delle opere in cui lei ha recitato, fra cui la serie tv horror (di scarso successo) Ghost Girl, nella quale Chloe ha recitato nella parte di una protagonista che combatte i mostri in costume da bagno (dettaglio non di poco conto, diciamo). D’altro canto, però, Kai è intenzionato sul serio a proteggerla dai vari pericoli sovrannaturali, vista anche la predisposizione da medium che lei possiede, a tal punto da donarle il suo potere e trasformarla in una vera e propria ghost girl armata di falce. Sarà grazie a questa strana fusione che Chloe trarrà la forza per sterminare i suoi nemici e provare a fare chiarezza su cosa sta accadendo nel mondo degli umani e in quello degli spettri.
 
Ghost Girl

Diciamolo pure senza troppi fronzoli: Ghost Girl è un manga di combattimenti che vuole essere scanzonato e dai toni che omaggiano il genere trash dei B-movie dell’orrore. Nulla di particolarmente esaltante sotto il punto di vista dell’originalità, ma che può vantarsi comunque di qualche bel pregio. Quello che si nota fin da subito è la simpatia di un cast di personaggi eccentrici e sopra le righe. Chloe è una ragazza molto timida, ma anche egocentrica, che fa finta di trovarsi in imbarazzo davanti al cospetto di un bel fusto per nascondere, invece, la sua natura da avida zitella in cerca di approvazione. Dall’altro lato, Kai recita la parte di un principe azzurro dalla mentalità un po’ ambigua, che serve la sua dama anche per soddisfare i suoi feticci personali. Insieme formano una coppia molto bizzarra in grado di strappare qualche sorriso grazie alle tante interazioni comiche nelle quali i due si ritrovano. In più, c’è da aggiungere un terzo incomodo che, senza spoilerarvi niente, aggiungerà tanto pepe allo sviluppo della trama.

Oltre ad essere divertente, questo primo volume del manga ha saputo anche gettare delle basi per una serie incentrata sui combattimenti fra fantasmi e altri mostri affini. I disegni di Saiké Akissa sono di una qualità a dir poco superlativa e ha tanto stile da vendere, sia per quanto riguarda lo splendido character design dei vari personaggi finora presentati che per le dinamiche scene di azione. Le illustrazioni delle tavole richiamano molto quelle dei primi anni ’00 e riescono al tempo stesso a ricalcare un tratto più moderno, creando il giusto mix fra tradizione e innovazione; ma la ciliegina sulla torta è rappresentata dall’ottimo equilibrio fra personaggi bishonen e bishojo, il che rende quest’opera accattivante agli occhi di un vasto tipo di pubblico. Altro aspetto da segnalare è il primo accenno di approfondimento che si è visto per quanto riguarda i retroscena dei protagonisti, in primis Chloe: fra i suoi vari momenti spensierati, Ghost Girl ci regala anche qualche attimo di introspezione che aggiunge profondità alla trama in maniera sapiente e che non guasta più di tanto l’atmosfera leggera da manga per ragazzi. Si tratta giusto di qualche spunto narrativo di interessante, ma che comunque è da tenere d’occhio nei prossimi numeri in attesa di eventuali sviluppi futuri.
 
Ghost Girl
 
Per chiudere queste prime impressioni, possiamo affermare che Ghost Girl è un buon manga se si vuole intraprendere una lettura leggera, niente di più e niente di meno. Ha tutti quegli elementi che possono attirare l’attenzione di un qualsiasi lettore intenzionato ad intrattenersi con un buon manga shonen incentrato su combattimenti e fantasy urbano dai disegni eccelsi e lo stile ben caratterizzato, nato da una mano esperta che sa come destreggiarsi fra le tavole. Di sicuro non si tratta di un acquisto imprescindibile o di quel titolo da tenere particolarmente d’occhio, ma se vi piace questo genere di storia e desiderate aggiungere un nuovo manga alla vostra lista di letture, Ghost Girl è un’ottima scelta.


Ghost Girl  1

Chloe vive sognando di diventare un’attrice, ma è arrivata quasi alla soglia dei fatidici trent’anni senza riscuotere alcun successo. Il suo talento principale sarebbe, in realtà, quello di essere una medium straordinariamente dotata, ma lei ancora non lo sa! E così un giorno, in seguito all’incontro con Kai, affascinante quanto equivoco ragazzo che si definisce un “ghost reaper”, si ritrova improvvisamente a fronteggiare degli spiriti maligni giunti nel Mondo Reale dopo essere evasi dall’Oltretomba...! Una nuova, avvincente serie per veri spiriti romantici appassionati dell’occulto dall’autore di Rosario + Vampire!

Opera:  Ghost Girl
Editore: Star Comics
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 28/09/2022
Prezzo: 5,90 €


Totale voti:   8  1  0


Fenar

Quanto è vero quanto scritto in premessa dall'autore. La scelta della lettura occidentale simil coreana mi ha leggermente sorpreso. L'ho preso perchè curioso di vedere lo stile, anche se sembra un reverse harem. Non proprio convintissimo ma passabile

 09/10/2022

Brizzi

Devo dire che mi ha intrattenuto molto, i disegni sono belli e, anche se ci sono diversi cliché', sono ben fatti e non nascosti. Non capisco la lolita 28enne: o è lolita o è 28enne ... magari piu' avanti avrà senso. Lo continuo di sicuro, verde pieno.

 02/10/2022

Zero___Zone

Un majokko un po’ dark con echi di Soul Eater (Kai che si trasforma in falce, va beh…) e infine un pizzico di reverse-harem. Lo stile del disegno è ben curato (belle le pagine a colori iniziali) ma di certo non basta se la storia ha ben poco di originale…

 30/09/2022


Altri Voti



Titolo Prezzo Casa editrice
Ghost Girl  1 € 5.90 Star Comics
Ghost Girl  2 € 5.90 Star Comics
Ghost Girl  3 € 5.90 Star Comics
Ghost Girl Variant Cover  1 € 6.90 Star Comics