Tutti conoscono il nome di Gengis Khān, nell'immaginario collettivo uno dei personaggi storici che si annoverano nell'Olimpo dei grandi condottieri e sovrani al pari di Alessandro Magno, Giulio Cesare o Napoleone. Capo del grande esercito dei Mongoli che nel tredicesimo secolo attaccò e conquistò quasi tutta l'Asia e l'Europa orientale, creando un impero che fu il più vasto di sempre senza interruzioni territoriali (era un unico grande regno): ben 33 milioni di chilometri quadrati!
Queste sono le informazioni che abbiamo tutti imparato a scuola, ma c'è una parte della vita del personaggio storico i cui dettagli sono sono poco noti e controversi perché descritti solamente dopo la sua morte, quella relativa alla sua giovinezza. Sappiamo che prima di chiamarsi Gengis Khan il suo nome era Temujin, nato tra il 1155 ed il 1167 (la data di nascita resta incerta) tra le montagne della provincia del Hėntij. Il resto è ammantato di leggenda e su questo gioca la trama del manga Fenrir realizzato dal duo Chūgaku Akamatsu (storia)Mioko Ōnishi (disegni), che reinterpretano  in chiave fantasy la biografia più epica di sempre seguendo il principe Temujin dai suoi primi passi tra le tribù rivali della steppa fino alla sua ascesa.
 
fenfir1.jpeg
 
XII Secolo: nelle spietate e selvagge pianure della Mongolia, il giovane Temujin sta per rassegnarsi al gelido abbraccio della morte, mentre affonda senza scampo nelle acque di un lago dopo uno scontro con la milizia di una delle tante tribù della zona. All’improvviso, però, uno spirito prigioniero nelle profondità acquatiche di nome Fenrir lo conduce alla salvezza. Colei che assume le sembianze di una bellissima fanciulla è in realtà un'entità aliena caduta molti anni prima sulla Terra e negli anni mai aveva sopito la speranza di poter tornare da dove era venuta. Avendo il potere di poter vedere il futuro, si accorge che il ragazzo ne ha uno davvero importante, capace di unire parecchi popoli e farli progredire senza più la scure della guerra. Il destino di entrambi quindi finisce per legarsi, con buona pace di Börte, la promessa sposa del futuro grande condottiero.
 
 
20221224_120959.jpg


Da appassionato di fantascienza, ucronie e via dicendo, questo manga non poteva che incuriosirmi, pur trattando un periodo storico che, lo ammetto, conosco poco. In 4 volumi si dipana quella che è l'inizio di un'epopea dove il condottiero non è il crudele tiranno che abbiamo imparato a conoscere sui testi scolastici, bensì l'audace portatore di un sogno che antepone la prosperità alle guerre, l'unione dei popoli alle divisioni e soprattutto la fine delle antichissime regole, giudicate ormai superate, fatte da violenza e sangue per regolare la vita nelle desolate steppe asiatiche.
Temujin diventa così il più classico degli eroi manga, convincendo pagina dopo pagina i vari nemici a passare dalla sua parte grazie alla sua passione e poi alla forza delle sue armi, oltre alla presenza accanto a sé di un bonus non da poco: una entità riconosciuta al pari di una divinità da tutte le popolazioni locali.

I disegni sono molto dinamici e, pur non utilizzando sfondi altamente dettagliati, ci calano in questo periodo storico con efficacia ma sempre facendoci respirare quell'aria a metà tra fantasia e realtà, tra leggenda e storia, tra manga storico, storia di formazione e divertissement. Le scene di battaglia a grande respiro come anche la descrizione di alcuni usi e costumi mongoli sono davvero un plus in grado di far empatizzare il lettore con le vicende narrate, senza contare i vari siparietti comici tendenti a sdrammatizzare quanto sta accadendo, ma che non risultano mai fuori posto nel corso dei quattro volumi.

fenfir2.jpeg

Sull'intrecciare storia e leggenda, l'idea dello scrittore di Hidan no Aria di far scontrare Temujin con Minamoto no Yoshitsune è stata davvero intrigante. Siamo di fronte a  delle figure storiche e militari che rasentano, se non oltrepassano, la leggenda. Minamoto no Yoshitsune (源 義経, 1159 - 1189) è considerato da molti storici come l'archetipo indiscusso del guerriero di alto lignaggio giapponese. La vita di questo intrepido condottiero si spense a 28 anni, vittima dell'odio del potente fratello Minamoto no Yoritomo, ma una leggenda vuole che Yoshitsune, presunto morto in quei tragici eventi a seguito di Seppuku abbia in realtà inscenato il tutto e sia scappato con prole al seguito aiutati dal fedele compagno Benkei (altra figura leggendaria), ed approdati sul continente, dove sarebbe diventato in qualche modo colui che conosciamo come Gengis Khan il quale col titolo di “lupo azzurro che sottomise il cielo” diede vita al più grande impero che la storia dell’umanità ricordi, ma non riuscì mai a riconquistare il Giappone.
 
20221224_125238.jpg


Lo scontro tra il vero (non ancora incoronato) Gengis Khan e un'altra leggendaria figura militare asiatica, che la tradizione orale vorrebbe essere anch'esso addirittura il vero unificatori dei popoli della Mongolia, risulta essere quantomeno stuzzicante agli occhi dei cultori della storia orientale ma non solo. Sembra uno scontro da videogioco, medium in cui Yoshizune non è mai mancato a dire il vero, che si verifica grazie al fatto che entrambe queste figure hanno a guidarle due entità extraterrestri, che in realtà erano una sola ma si erano divise cadendo accidentalmente sul nostro pianeta. Chi vincerà quindi lo scontro e potrà andare incontro al proprio luminoso destino di conquistatori?
 
fenfirbox.jpeg
 
Siamo di fronte quindi a una storia di guerra con venature fantasy/fantascientifiche, cosa che potrebbe non piacere ai puristi del manga storico tout court, ma che potrebbe intrigare chi invece non è è mai pienamente sedotto. Le copertine che ricordano tanto I giorni della sposa e la possibilità di leggere questa storia in 4 volumi tutta d'un fiato, grazie al comodo ed elegante box realizzato da J-Pop Manga, sono sicuramente un bonus che potrebbero invogliare il lettore a fare o a farsi un regalo natalizio. Box disponibile al prezzo di 30 euro in libreria, fumetteria e in tutti gli store online dal 30 novembre, mentre saranno resi disponibili separatamente anche i tre volumi singoli, il primo dei quali è uscito il 29 dicembre. Ogni volume, morbido e ben sfogliabile, è in formato 12x16.9, sovraccoperta e gallery a colori, al costo di 7,50 € per volume singolo.

L'edizione è curata sia nell'estetica che nel contenuto, con traduzione e adattamenti scorrevoli e fluidi che rendono la lettura sempre piacevolissima, anche grazie all'assenza di refusi. In particolare mi sento di lodare il lavoro di ricerca del traduttore Mattia Soave che si è dovuto destreggiare tra i vari termini e dialetti della Mongolia, che diventano in alcune parti del manga, parte stessa di alcune battute importanti.
 


Fenrir Box 

XII Secolo. Nelle spietate e selvagge pianure della Mongolia, il giovane Temujin sta per rassegnarsi al gelido abbraccio della morte, mentre affonda senza scampo nelle acque di un lago. All'improvviso, però, uno spirito prigioniero nelle profondità acquatiche lo conduce alla salvezza e gli rivela uno scorcio del futuro che lo attende: quel ragazzo che solo un attimo prima sembrava così inerme... è destinato a far tremare il mondo intero! Tra ispirazione storica e un pizzico di fantasia, inizia così il racconto dello spettacolare viaggio di colui che diventerà il più leggendario conquistatore dell’Asia, Genghis Khan!

Opera:  Fenrir
Editore: JPOP
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 30/11/2022
Prezzo: 30,00 €


Totale voti:   6  0  0


shinji01

Ottimi i disegni, bella la storia, include momenti divertenti. Mi è proprio piaciuto. Peccato per qualche problema di stampa nell'ultimo volume.

 07/01/2023

Ironic74

Siamo di fronte quindi a una storia di guerra con venature fantasy/fantascientifiche, cosa che potrebbe non piacere ai puristi del manga storico tout court

 28/12/2022

Focasaggia

Un box stupendo, perfetto per un ipotetico regalo. (Io me lo sono auto-regalato)

 23/12/2022

2247

Ottime illustrazioni per le copertine. Solita rilegatura a sfascio facile, ma nel complesso un box ben fatto.

 01/12/2022


Altri Voti



Titolo Prezzo Casa editrice
Fenrir  1 € 7.50 JPOP
Fenrir  2 € 7.50 JPOP
Fenrir  3 € 7.50 JPOP
Fenrir  4 € 7.50 JPOP
Fenrir Box € 30.00 JPOP