logo AnimeClick.it


Tutte 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10


 0
Anonimo Sulla Terra

Volumi letti: 1/1 --- Voto 7
Dogs è un manga di un solo volume il cui scopo è l'introduzione dei protagonisti della serie principale Dogs: Pallottole e Sangue. Vista la brevità non ci si può aspettare una lunga trama piena di eventi e colpi di scena: in realtà non esiste una trama, sono solo quattro storie auto conclusive, una per ciascun protagonista, con lo scopo di abbozzare i personaggi, introdurre il loro passato e accennare i misteri e obiettivi che verranno maggiormente sviluppati nella serie principale.
Prese singolarmente, le quattro storie sono piacevoli da leggere, sia per le situazioni assurde e la comicità derivante (la seconda) sia per la drammaticità nel passato di alcuni dei protagonisti (specialmente i protagonisti della terza e quarta storia) con la consapevolezza della loro brevità e linearità.
I quattro protagonisti sono abbastanza interessanti, e i presupposti per essere ulteriormente sviluppati nella serie principale ci sono, alcuni causa misteri nel loro passato, ma subito si intravede l'eterogeneità del le loro personalità come anche la loro personalità poco eroica: l'adulto killer serio e riflessivo ma dal pessimo senso dell'orientamento; un fotografo fortemente dipendente dalla nicotina e capace di azioni esagerate e devastanti quando è in astinenza; una spadaccina dal passato violento e in cerca di vendetta; un ragazzo forse vittima di esperimenti genetici che ha paura di essere toccato dalle donne.
Il disegno è veramente buono, pulito e ben definito, chiaro nelle scene di sparatorie e dettagliato nel disegnare luoghi.
Volume preparatorio per la serie principale, Dogs serve solo a introdurre i protagonisti della serie e basta, quindi niente trame sviluppate e intricate, infatti il suo scopo è suscitare nel lettore la curiosità di proseguire la lettura con la serie principale dove è presente una vera trama. Ci riesce? Si perché i personaggi sono convincenti con il potenziale di essere maggiormente sviluppati grazie ai motivi sopracitati, il disegno è bello e convincente e le premesse per una trama interessante, violenta ma anche con un pizzico di humour nero ci sono.


 2
rocktd

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
Come si forma una affiatata squadra di Killer? Leggete Dogs e troverete risposta a questa domanda. I destini di 4 eroi vanno convergendo verso un unico centro di attrazione gravitazionale, che non è tanto il locale di Mikhai (il più vecchio di loro) quanto un temibile nemico comune: il mondo di sotto, l'Underground.
Si tratta di un prequel alla serie Dogs - Pallottole & Sangue che ha il chiaro intento di presentare la storia, l'ambientazione, i personaggi e insomma tutto ciò a cui andrà incontro il lettore di Dogs.
Consiglio vivamente chi volesse iniziare la serie a leggere inanzitutto questo volume autoconclusivo di Shirow Miwa. Io personalmente ho fatto il contrario ed è stato un'errore perchè ho iniziato ad apprezzare la serie solo dopo la lettura di quest'opera. Io amo riassumere dicendo che il principale merito di Dogs è che ti fa vedere con occhi diversi (migliori) la serie in più volumi.
Se la storia di Dogs in generale vi guadagna con quest'opera, bisogna segnalare che nel volume troverete tutti gli elementi stilistici (positivi e negativi) che caratterizzano il tratto di Miwa: ci sono sia le inquadrature innovative, sia le vignette di soli baloon su sfondo bianco/triste.
Non vi aspettate dialoghi trascendentali, il linguaggio di Dogs è funzionale più all'ironia che all'atmosfera di morte, pur trattandosi di Killer. Ma quando aumenta la violenza la narrazione riesce ad raggiungere dei notevoli picchi.
Buona opera.


 0
minomale

Volumi letti: 1/1 --- Voto 9
Se con questo prequel l'autore voleva invogliarmi a prendere la serie in corso posso dire che ci è riuscito pienamente.
Dogs di Shirow Miwa è un volume unico il cui scopo è quello di presentare, tramite quattro storie, i quattro personaggi della serie vera e propria Dogs - Pallottole e sangue.
Non volendo anticiparvi nulla a livello di trama di questo volume o della serie mi limito a dire che questo è un manga che deve essere letto.

Una lode particolare la voglio dare ai disegni. Il mangaka utilizza molto abbondantemente il grigio invece del nero che è utilizzato molto più comunemente nel 90% degli altri manga. A parer mio il grigio serve per dare al manga una "pienezza" che non tutti gli altri manga riescono ad avere. È una sensazione molto personale che non so se riesco a trasmettere bene, però già dalle poche immagini qui sulla sinistra della pagina si può ammirare lo stile che mi ha rapito tanto.
Inoltre l'autore usa spesso fondali bianchi per mettere in risalto una particolare scena; cosa che gli riesce perfettamente.

In sintesi
TRAMA: 9, è solo l'inizio di quella che sembra essere una delle storie più belle (e sottovalutate; almeno qui da noi) che abbia mai letto.
DISEGNI: 10; come specificato poco più sopra.
CARATTERIZZAZIONE: 9; i personaggi di questo volume mi sembrano tutti molto tosti. Molti di loro risultano spesso anche molto simpatici per spezzare il clima di tensione che altrimenti regnerebbe sovrano.

CONCLUSIONE: 9
Un fantastico prequel che consiglio di leggere a tutti. Non vedo l'ora di accingermi a leggere la serie perché si prospetta un manga coi fiocchi. Promosso.


 1
DaisukeKatashi

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
"È come un fiume che attraversa la città o le montagne che la circondano... È semplicemente lì... Cosa sia in effetti è un mistero, ma il fatto di non saperlo non costituisce un problema... Continuare la vita di tutti i giorni vicino a qualcosa dalla natura sconosciuta può anche essere un problema... Ma ora... Ho un grosso problema" - Bado

Dogs è un volume autoconclusivo, che fa da introduzione a "Dogs - Pallottole e Sangue", sempre di Shirow Miwa. Il volume è stato pubblicato in Giappone nel 2001 su Shueisha, mentre la controparte italiana è stata pubblicata nel Marzo del 2008 dalla Planet Manga.

Questo volumetto introduce i 4 protagonisti della serie "Dogs - Pallottole e Sangue", Mikhai (un ex sicario con un pessimo senso dell'orientamento, Mikhai appare nel primo capitolo, intitolato <i>Weepy Old Killer</i>), Bado (un incallito fumatore, giornalista e fotografo coinvolto dal suo lavoro e dalla sua dipendenza dalla nicotina in sparatorie e umoristiche, ma pericolose situazioni. Bado compare nel secondo capitolo del manga <i>Gun Smoker</i>), Naoto (rimasta orfana in tenera età, fu raccolta agonizzante ed in fin di vita, cresciuta e addestrata da uno spadaccino che credeva fosse l'assassino dei suoi genitori, Naoto appare nel terzo e quarto capitolo del volume intitolati <i>Blade Maiden</i>) e Heine (un pistolero albino con pesanti alterazioni genetiche, dall'oscuro passato; l'introduzione al personaggio Heine va a ricoprire gli ultimi due capitoli dell'opera, intitolati per l'appunto <i>Stray Dogs Howling in the Dark</i>). Quindi la trama va introdurre questi quattro Cani (Dogs), i quello che sarà solo il punto iniziale dell'opera.

Manga praticamente perfetto, sia dal punto di vista grafico, sia per la trama, appena accennata, per invogliare il lettore ad acquistare il seguito (per l'appunto la serie "Dogs - Pallottole e Sangue"). Da un volume introduttivo non aspettatevi il finimondo, però il manga si fa ben leggere. Se dubitate della qualità del manga, consiglio di visionare, la serie di OAV del 2009 di "Dogs - Stray Dogs Howling in the Dark". Questi OAV vanno a coprire l'arco narrativo di questo volume autoconclusivo. In definitiva, consiglio questo manga a tutti. Vorrete sapere il voto, credo che un bel 8, se lo meriti tutto.


 0
okoi

Volumi letti: 1/1 --- Voto 8
Ho letto "Dogs " in quanto prequel di "Dogs - pallottole e sangue", e, pur presentando qualche difetto (che per fortuna viene corretto durante la serie vera e propria), rimane comunque un ottimo volume unico. Infatti, prendendo atto delle tantissime problematiche che di solito si incontrano nelle serie brevi, bisogna dire che l'autore è stato in grado di evitarle quasi tutte: i disegni sono a mio parere bellissimi e funzionali alla trama (non il contrario!), non ci sono molti punti oscuri e la velocità della narrazione non impedisce al lettore di capire bene la vicenda.

Il manga è diviso in 4 storie distinte (seppur intrecciate), ognuna dedicata ad un diverso personaggio che apparirà poi nella serie, visto in un particolare evento della sua vita. Le trame sono differenti sia per il contenuto che per l'approccio: tanto la prima, con protagonista il killer Mihai, è tragica, tanto la seconda, che racconta una strana vicenda vissuta dall'informatore Bado, è terribilmente divertente; tanto la terza, che racconta il passato della spadaccina Naoto, è violenta, tanto l'ultima, che finalmente ci presenta il protagonista della serie, il pistolero "ogm" Heine, è fantascientifica e sincopata. Tuttavia, proprio quest'ultimo episodio mi ha lasciato un po' perplessa. Prima di tutto, il look e il carattere del protagonista sono un po' insulsi, tanto da rendermelo quasi indifferente (a dire il vero, la grande differenza tra questo Heine e quello della serie mi ha dato la piacevole sensazione del passare del tempo tra le vicende dei due manga, e questo mi ha fatto piacere!), ed inoltre si introducono nell'ultima storia degli elementi, quali ad esempio le "persone artificiali", di cui non si fa il benché minimo accenno nelle trame precedenti: insomma, sembra che quest'ultimo capitolo sia un po' estraneo ai precedenti, pur essendo quello che più si allaccia alla serie vera e propria.

Un'ultima parola sui disegni: Shirow Miwa è decisamente un artista, e pochi sono i mangaka in grado di rendere così vivi i propri personaggi, dando loro delle espressioni, dei movimenti e degli atteggiamenti altrettanto personali. Inoltre, ho decisamente apprezzato la scelta dell'autore di non appesantire le tavole con troppi "ricami", contribuendo a rendere al meglio l'atmosfera cruda del manga.

Per concludere, un 8 complessivo, mediando tra la bellezza dei vari episodi (quello di Bado meriterebbe un 10, ma quello di Heine nemmeno un 7), e tenendo in considerazione gli splendidi disegni.


 0
Vernella

Volumi letti: 1/1 --- Voto 9
Dogs è un prequel davvero pregevole. Il volume si compone di una storia per ogni personaggio principale, lasciando intravedere l'intrecciarsi delle loro vicende. Si preannuncia un'opera molto avvincente e originale, in cui le componenti di azione, riflessione, sentimento, comicità e violenza sono ottimamente equilibrate. La nota di più grande apprezzamento comunque è rivolta al disegno: il tratto è limpido, l'uso delle tonalità di grigi è davvero artistico, e lo stile è particolare e accattivante.
In conclusione direi che è proprio un manga che vale la pena leggere. Anche più volte!


 0
AngelOfPain

Volumi letti: 1/1 --- Voto 7
In questo volume unico ci viene immediatamente detto fin dall'inizio che si tratta dell'introduzione ad una nuova saga. Ed infatti così è, un introduzione di 4 personaggi, per un totale di 5 capitoli, di cui viene raccontata per ognuno una storia che ci permette di conoscere un po' il passato e il carattere di quelli che saranno i protagonisti di una futura serie. Queste storie sono fini a loro stesse, senza intrecci o continuità e senza nemmeno far capire se i personaggi che abbiamo davanti si conoscono o se invece non hanno alcun rapporto tra loro.
In ordine ci vengono presentati: Ian, un ex grande assassino di un organizzazione criminale (di cui non ci viene rivelato nulla), di cui ci viene raccontato uno spezzone del suo passato molto triste con cui si ritroverà però a fare i conti a breve. Il secondo è Bado, un informatore, che a causa dei continui problemi finanziari si ritrova spesso coinvolto in guai con la gente sbagliata, il classico teppistello di cui non si sa niente ma si intuisce qualcosa di oscuro nel suo passato. Dopo ci viene proposta la storia di Naoto, che ancora ragazzina vive in prima persona il trauma di vedere i propri genitori venire uccisi sotto i propri occhi da un uomo che poi la prende con se in custodia e tenta di "addestrarla" alla spada, viviamo quindi l'intensa storia di questa "bambina" che cresce maturando dentro di sé l'odio per colui che la cresce. Infine ci viene presentato Heine, un ragazzo con "qualcosa" in più, non ci viene raccontata la storia del suo passato ma un episodio che ci permette di inquadrarne il suo carattere e personalità lasciandoci intuire anche molto sull'evoluzione che dovrà prendere la nuova serie.
I disegni sono molto belli e puliti, le tavole spesso non presentano retini o sfondi, ma sono su fondo bianco quindi un po' secondo me perde come opera, che rimane comunque molto piacevole da leggere anche se molto fine a se stessa e senza un vero scopo, nonostante riesca con certe storie a tenere il lettore con il fiato sospeso per conoscerne il finale. Un 7 come voto finale penso sia di dovere, lascia presagire un bel seguito!


 0
laburattinaia

Volumi letti: 1/1 --- Voto 9
La storia segreta di quattro persone in un mondo dove una scienza malata distrugge. Il tratto accurato e "sciolto" del primo monografico di Shiro Miwa accompagna il lettore in un territorio oscuro popolato di segrati e di sentimenti nascosti in una terra che si sta disintegrando a causa di una razza chiamata scenziati. Persone che combattono contro menti avide e contorte nel "età dell' oro" e che applicano le scienza appunto su esseri umani tramutandoli in mostri con ali, orecchie, code di animali e rubando loro qualcosa in cambio di ciò che non hanno mai desiderato e sempre temuto. L'unico modo per sopravivere è l'uso delle armi in mano a quattro protagonisti: Naoto, che ha perso la sua strada, Mikhai, una persona che non muore molto facilmente, Bado, drogato di sigarette e molto sfortunato e infine Heine, un uomo alla ricerca di vendetta veso qualcuno che lo ha mutato in un cane e che gli ha tolto ciò che aveva di più caro.
Personalmente adoro le storie di questo genere, piene di mistero e un po' d'azione e, in un certo senso, immerse nel silenlzio. Il disegno poi è fantastico e i personaggi (quasi tutti perchè quelli secondari non sono garn che) originali, avvolti da un alone di luce opaca e grigia che nasconde ciò che era il loro passato e che in questo volume che introduce la serie viene in parte svelato.


 0
Ewil

Volumi letti: 1/1 --- Voto 6
Un manga autoconclusivo niente male, ma nulla di che. Fa da prequel alla serie "Dogs - Bullet & Carnage" o "Pallottole e Sangue" in Italia. Racconta le vicende passate dei protagonisti e li mette sulla propria strada che prima o poi li farà incrociare tutti. Alcuni personaggi sono stereotipati in una maniera pesante, ma altri si possono definire originali anche solo grazie al design particolare e alle inquadrature impostate diversamente. I dettagli non mancano ma non sono quelli che dovrebbero essere guardati in un manga di questo genere, quindi il mio voto è quello che è.