Piece of cake tradotto letteralmente vuol dire "fetta di torta" ma nel linguaggio parlato assume anche un altro significato. Cercando sul vocabolario infatti si trova la seguente definizione: "qualcosa di facile o piacevole", l'equivalente dell'espressione italiana "come bere un bicchier d'acqua". Purtroppo per i personaggi del manga omonimo scritto da George Asakura, serializzato in patria sulla rivista josei Feel Young della casa editrice Shodensha, ed edito da noi dalla Goen, niente è così facile. La ricerca della felicità in amore o sul lavoro si rivelerà faccenda assai complicata, imprevedibile e non pianificabile anche provandoci.
 
 
"A essere sincera, vorrei diventare la donna più bella del mondo. In questo modo tutte le mie insicurezze scomparirebbero."
 
La protagonista della nostra storia è Shino: si sente completamente smarrita e continua ad accompagnarsi per inerzia a Masaki, un rude macho. Una serie di problemi sul lavoro fanno sì che lei debba licenziarsi e così, danneggiata emotivamente e provata dagli insuccessi professionali, Shino cerca di riprendere le redini della sua vita, lasciandosi tutto e tutti alle spalle e trasferendosi in un nuovo appartamento. Comincia così ad abitare in un piccolo monolocale in un vecchio edificio nei sobborghi cittadini, che gode però di giardinetti comunicanti sul retro. La prima notte, proprio in giardino, incontra l’affascinante uomo della porta accanto, che da subito attira la sua attenzione, peccato che lui conviva con una donna e si rivelerà essere il nuovo capo della protagonista.
 
 

"Lasciare il lavoro, cambiare casa, rompere con il mio ragazzo... più o meno mi sembra che tutti i miei desideri si siano realizzati. Ma forse un po' sono triste. Per me questo è molto, molto più facile rispetto all'innamorarmi veramente di qualcuno."


Shino è un personaggio molto complesso: se a prima vista sembra solo una giovane donna in crisi a cui basterebbe dare una scrollata per farla ripartire, in realtà soffre di una sorta di male di vivere che non vorremmo mai dover provare. Shino è insicura, non si ama, si considera una buona a nulla e questo condiziona tutte le sue scelte, soprattutto quelle in amore. L'entusiasmo iniziale si spegne alle prime difficoltà e la donna si convince di essere sempre lei la causa di tutto. Il suo sogno sarebbe comprare una pianta e prendersene cura, vederla crescere rigogliosa, ma afferma invece che le piacciono i fiori recisi, perché sono già destinati a seccare e quindi non deve sentirsi responsabile.
 
 

"In realtà volevo solo toccarlo. Gridargli che mi piace. Contendermelo subito con quella qui di fianco. Ma non voglio che pensi che sono irritante o ridicola, perciò faccio l'indifferente. Così finisco con l'essere ancora più ridicola."


Quanti di noi hanno pensato cose come questa? George Asakura tratteggia una protagonista che può risultare irritante nelle cose che fa, ma quando poi ci racconta i suoi pensieri, ci si ritrova a fare il tifo per lei, a stare dalla sua parte, a porgerle la spalla su cui piangere, perché in fondo sappiamo benissimo come ci si sente, perché tutti almeno una volta nella vita ci siamo sentiti inadeguati.
E quando la felicità infine arriva, per una serie di coincidenze, di giri assurdi, grazie magari anche a quella parola detta, ad un semplice gesto scaturito non si sa come, allora è talmente bella che fa paura. Si ha così tanta paura che svanisca che ci si mette d'impegno perché tutto vada a rotoli. Perché la felicità è faticosa, va coltivata con cura, proprio come una pianta. Se ne è responsabili, quindi è meglio se sparisce prima che ci abituiamo ad essere felici.
 
 

"Sempre... Quando tornavamo a casa, morivo sempre dalla voglia di tenerti per mano. Sempre... Ho sempre desiderato baciarti..."


La felicità sembra semplice proprio come una fetta di torta: quanto piacere c'è nel mangiarla? Ma le persone non sono semplici allo stesso modo. E la paura di risultare sbagliati o di non essere compresi allontana le persone. Non si parla, si accumulano segreti, le insicurezze si ingigantiscono e scoppia il dramma.
Shino rischia di perdersi perché se non ha qualcuno a cui aggrapparsi ha paura. E la paura è una cattiva consigliera. George Asakura descrive benissimo i moti dell'animo umano, ponendo l'accento in particolare su quelli delle donne, più fragili perché caricate di molte più aspettative da parte della società.
 

Madri, mogli, figlie, lavoratrici: devono eccellere in ogni categoria per essere accettate. Meglio se sono anche sempre belle e sempre giovani. E gli uomini? Sono presenti e assenti allo stesso tempo. Deboli anch'essi, si aggrappano anche loro alle donne. Alcuni sfogando su di loro le frustrazioni e il senso di inadeguatezza che provano, altri come il "capo barbuto" amando senza riserve ma anche senza decidere o perlomeno senza aver il coraggio di essere chiari quando si arriva ad un bivio.

 
"Mi chiedo se arriverà il giorno in cui potrò fidarmi di nuovo... mi chiedo se arriverà il giorno in cui potremo ridere insieme come prima... "
 
 


A prima vista il tratto della Asakura potrebbe non piacere: le tavole più piccole possono apparire confusionarie e in alcuni momenti si fa fatica a capire chi sta dicendo cosa. Ma poi, girando pagina, improvvisamente i disegni prendono fiato, dando il loro meglio in primi piani strettissimi, in cui risaltano occhi espressivi, dove le parole non servono più. Oppure i corpi diventano sensuali, la nudità è mostrata con naturalezza e i disegni sono immersi in un'atmosfera onirica che può rievocare certi poster pubblicitari della Belle Epoque. Stesso stile che si ritrova nelle belle copertine, ben rese dalla sovraccoperta colorata dell'edizione Goen, curata al punto giusto essendo una serie breve (sono solo cinque volumi) nel classico formato 18x12,5 cm al prezzo più che onesto di 5,95 euro l'uno, mantenuto invariato nel tempo.
 
"Le cose danneggiate si seppelliscono, si nascondono, si buttano e si dimenticano."
 
 
 
Per quel che mi riguarda, l'unica nota dolente è il finale: ovviamente non farò spoiler, ma non amando le conclusioni dubbiose, sono rimasta un po' perplessa e vagamente insoddisfatta. Per il resto è un manga perfetto per chi cerca una storia vissuta da persone adulte, in cui potersi riconoscere, fra problemi di lavoro e amorosi. Grazie allo stile tagliente, un po' cinico ma anche esilarante di George Asakura, troverete una serie breve ma comunque densa di avvenimenti, dal sapore agrodolce.

Piece of Cake  1

Protagonista della storia è Shino, una ragazza che a causa di alcune difficoltà lavorative e sentimentali ha perso le redini della sua vita. Un giorno, esasperata dalle pressioni lavorative, Shino decide di licenziarsi, dando finalmente una svolta al suo destino e liberandosi anche del peso asfissiante del suo fidanzato, Masashi, che la tormentava con la sua pressante gelosia. Questa ventata di aria nuova porta Shino a trasferirsi in un altro quartiere, in un minuscolo appartamento all'interno di un vecchio edificio. Qui fa ben presto conoscenza con i suoi vicini di casa, che con lei condividono un piccolo giardino: una coppia di coetanei, Kyoshiro e Akari. L'atteggiamento schivo di Akari, e i modi particolari di Kyoshiro stuzzicano la fantasia di Shino e l'attrazione della ragazza verso questo giovane intrigante crescerà gradualmente…

Opera:  Piece of Cake
Editore: Goen
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 07/06/2014
Prezzo: 5,95 €

Totale voti:   9  3  0


Tetswanboy

Tratto molto bello e accattivante! Dopo relazioni professionali e sentimentali fallimentari Shino cambia vita. dove incontra due personaggi, il quale risvolto relazionale per entrambi sarà decisamente interessante. Volume iniziale che non convince appieno

 03/02/2021

ningyo-hime

Storia matura, personaggi bizzarri e interessanti, modus narrandi diverso dal solito...mi è piaciuto molto!

 02/11/2017

Hachi194

Bel volume. Storia accattivante tanto quanto i disegni. Ci si sente meglio a leggere di personaggi così squinternati XD

 21/05/2017

riko akasaka

Mi piace il modo di narrare di questa autrice, ma ahimè non riesco a leggere un manga con una protagonista che disprezzo dal profondo, peccato perché gli altri personaggi li gradisco soprattutto Akari

 30/11/-0001

Caroline85

Ottimo inizio, un bel cast e protagonisti interessanti. Spero che Goen non impieghi 2 anni a pubblicare i restanti 4 volumi. Edizione migliorabile ma almeno c'è un' illustrazione a colori .

 30/11/-0001

Mikoto

Buon primo volume. Non l'ho adorato, ma mi ha coinvolta e appassionata quanto basta, anche grazie ai personaggi (e alla protagonista soprattutto) ben caratterizzati. Ho adorato invece i disegni *-*

 30/11/-0001

CrocifissionePop

Buonissimo primo volume. Si è alle prese con la nuova vita di Shino dopo diversi fallimenti e dolori. I personaggi sono nonostante la follia abbastanza realistici. Speriamo prosegua bene!

 30/11/-0001

Melany

Finalmente possiamo leggere di nuovo la Asakura! lo stile dell'autrice mi piace molto sia dal punto di vista narrativo che grafico. Ci sarà un po' di felicità per Shino? Storia adulta e coinvolgente.

 30/11/-0001

noriokoga

Questo primo volume mi è piaciuto. Shino è un po' squinternata e tende a incasinarsi la vita quando si tratta di uomini, ma non mi pare una cattiva persona. Peccato per la qualità di stampa.

 30/11/-0001

Hachiko94

Il fatto che Shino venga tormentata dal suo ex è cosa normale, capita a chi non si dà pace dopo una relazione. Volume che mi ha convinta a continuarlo, quanto vorrei vedere Kyoshiro e Shino insieme...

 30/11/-0001


Altri Voti




Titolo Prezzo Casa editrice
Piece of Cake  1 € 5.95 Goen
Piece of Cake  2 € 5.95 Goen
Piece of Cake  3 € 5.95 Goen
Piece of Cake  4 € 5.95 Goen
Piece of Cake  5 € 5.95 Goen
Piece of Cake - Kiosk Edition  1 € 5.95 Goen
Piece of Cake - Kiosk Edition  2 € 5.95 Goen
Piece of Cake - Kiosk Edition  3 € 5.95 Goen
Piece of Cake - Kiosk Edition  4 € 5.95 Goen
Piece of Cake - Kiosk Edition  5 € 5.95 Goen