"Io scrivo la storia. Tu pensa ai disegni", con questa premessa negli anni '70 nasce un sodalizio artistico molto importante tra due eccentrici autori, Yu Aku e Kazuo Kamimura, il primo un grande paroliere e romanziere, tra i più affermati della storia giapponese, il secondo uno dei mangaka più influenti di quegli anni e che stiamo imparando a conoscere anche in Italia. Dalla loro intesa nascono diverse opere, tra cui Cannibale, il nuovo volume unico proposto da J-Pop Manga e capace di conquistare la mente del lettore con il feroce arrivismo della sua protagonista. Aku e Kamimura hanno condiviso anni della loro carriera all'interno di un'agenzia pubblicitaria, un mondo di cui conoscevano perfettamente le dinamiche e gli espedienti per raggiungere il successo, un argomento spesso presente nei lavori di Kamimura, che non ha mai lesinato dettagli o mezze misure per descriverne le incongruenze. Cannibale risulta quindi essere un'opera vera, condita di ambizione maniacale e immorale, dove una giovane protagonista si trasformerà in una divoratrice di esseri umani, una cannibale appunto, pur di raggiungere lo scopo che si è prefissata, facendo tabula rasa di sentimentalismi, perbenismo e rapporti umani.  

"Io voglio vivere a modo mio. Non tollero di ricevere ordini da nessuno. Se c'è qualcosa che avverto come un ostacolo, non mi faccio problemi a distruggerlo, scartarlo... persino divorarlo."

Namiki Kito è una giovane ragazza che vive in periferia coltivando il sogno di diventare una stella nel mondo dello spettacolo. Per riuscire ad evadere dai sobborghi e raggiungere la città di Tokyo decide di vendere a caro prezzo la sua verginità all'amico Yoji, costringendolo a rubare soldi nell'azienda per cui lavora e, come se non bastasse, a gettare dell'acido sul volto della sua acerrima rivale e nuova stella del firmamento, Eri Misaki. Il suo portamento ammaliante e i suoi delicati e splendidi lineamenti attirano le attenzioni del maestro Yano, che compresa la natura famelica di Namiki la invita a servirsi delle sue conoscenze per raggiungere l'obiettivo. Per farlo tuttavia Namiki dovrà perdere significativamente peso e attraverso un'operazione riacquisire la sua verginità perduta, in quanto questa potrà tornare utile in futuro. Comincia quindi un'intensa ed efferata scalata al successo, intervallata da infamità, colpi bassi e sfrenata ambizione. 
 

ANALISI DI CANNIBALE

Cannibale ha avuto vita nel 1971 e non è il primo prodotto scritto da Yu Aku e portato alla ribalta attraverso l'arte di Kazuo Kamimura. Tuttavia chi ha ammirato le diverse opere di quest'ultimo tra le varie proposte degli editori in questi anni, tra cui Lady Snowblood, L'età della convivenza, Storia di una Geisha o I fiori del Male, tutte successive a Cannibale, può accorgersi di quanto sia stato importante e vitale l'incontro tra questi due artisti per la carriera di entrambi. Quella che abbiamo tra le mani è infatti un'opera a tratti embrionale, dove impariamo soprattutto a conoscere il tratto di Kamimura, sempre raffinato e di classe, pronto ad esplodere nei volti, negli occhi e nel portamento delle sue protagoniste, sia all'interno di Cannibale che successivamente nelle opere citate sopra. Un entry point perfetto dunque, il cui unico difetto segnalabile è una conclusione sospesa, dove si comprendono il messaggio chiave e la missione del manga, così come le bordate lanciate dalla penna di Yu Aku nei confronti del mondo dello spettacolo, ma lasciate un poco fluttuanti nella libera interpretazione del lettore.

Cannibale è arrivismo, denuncia sociale pura, scritto ed illustrato in un contesto storico delicato, dove troviamo una donna protagonista, la quale cerca di affermarsi sfruttando la sua sfrenata determinazione, facendo leva sulle debolezze dell'uomo, spesso rimandate all'aspetto erotico e carnale. Un'opera sicuramente matura, riflessiva e tagliente, ambientata all'interno di un panorama prettamente comandato da uomini e dove viene sottolineata con fermezza la presenza della "donna-oggetto", un mero involucro di carne al servizio di un sistema gerarchico molto marcato. Namiki ne risulta pertanto essere la variabile impazzita dell'equazione, una donna di carattere, divoratrice e famelica, la quale comprende tutte le potenzialità del suo essere desiderata, utilizzando questo potere per raggiungere il proprio scopo. Non importa dunque il mezzo, conta il fine, e Namiki non si fermerà davanti a nulla, calpesterà ogni rapporto umano o senso di gratitudine. Ogni incontro o conoscenza non saranno pertanto altro che strumenti da utilizzare per abbattere ostacoli che una nascita avvenuta in povertà e miseria le ha posto di fronte. 
 
     

L'EDIZIONE DI J-POP MANGA

Cannibale è proposto in volume unico da J-Pop Manga al costo di 14,00 euro per 340 pagine in formato 15x21cm, dotato di sovraccoperta. Un prezzo assolutamente in linea per il numero di pagine offerte ed il grande formato. Nella postfazione troviamo anche un'intervista al figlio di Yu Aku, che ci aiuta a comprendere appieno il rapporto tra il celebre paroliere e Kazuo Kamimura, così come l'influenza che i due hanno tratto l'uno dall'altro. Nonostante l'assenza di pagine a colori che avrebbero ulteriormente elevato l'arte e il tratto di Kamimura, l'edizione è ben riuscita sia nella scelta dei materiali, come la grammatura ed il colore della carta, sia nella solidità del volume attraverso una decisa rilegatura. Se non sono presenti colori tra le tavole bisogna constatare che la sovraccoperta non passa certo inosservata agli occhi del lettore, di rosso intenso e acceso, trasmettendo tutto l'eros, la passione e allo stesso la violenza dell'opera. Un'ottima scelta cromatica, diversa dalla più tenue versione originale, che visivamente non può che destare curiosità in una folta proposta commerciale nelle librerie di varia. Un'edizione quindi lussuosa ed elegante che rappresenta appieno lo stato d'animo della protagonista e la fantasia dei due visionari artisti.   

CANNIBALE - GIUDIZIO FINALE

Cannibale è l'introduzione a ciò che Kazuo Kamimura ci mostrerà attraverso la sua arte negli anni a venire. Sono infatti molteplici le comparazioni che possiamo studiare tra queste pagine e quelle che abbiamo ammirato nelle sue successive fatiche. Ciò che il volume unico di J-Pop Manga ci trasmette è quell'energia spesso violenta, brutale e feroce, così come temi percorsi e ripercorsi più volte da analoghe opere dell'autore ma che qui si scoprono agli albori. Cannibale è un manga necessario, oseremmo dire obbligatorio, se si vuole conoscere appieno la genialità di Kamimura, qui soltanto illustratore ma capace di trarre ispirazione dalla sapiente penna di Yu Aku per i suoi futuri capolavori. Una marcata denuncia verso un universo a volte immorale ed ingiusto, che torna ancora oggi spessamente alla cronaca, trasformando Cannibale in un manga con cinquanta candeline sulla torta ma allo stesso tempo fortemente attuale. Non per generare ansia in chi legge ma avvicinandoci alle festività natalizie non troviamo un presente più congeniale di un volume così elegante e raffinato, rosso acceso, autoriale, maturo e dall'ottimo rapporto qualità prezzo come questo. Promosso.


Titolo Prezzo Casa editrice
Cannibale € 14.00 JPOP


Cannibale 

Nel 1971, Kazuo Kamimura collabora per una nuova serie manga con l’amico Yu Aku, paroliere di fama, presentatore televisivo e pubblicitario conosciuto nell’agenzia in cui entrambi lavoravano: il frutto del loro lavoro è Cannibale, storia di una ragazza di provincia disposta a tutto pur di arrivare a essere la star più luminosa del Giappone. Lo spirito tanto graffiante quanto poetico di Aku, acuto osservatore degli aspetti più oscuri dello showbusiness, si fonde alla perfezione con la capacità di Kamimura di creare personaggi femminili in grado di trasmettere carisma travolgente e sensualità con un solo sguardo, dando vita a una scalata verso le stelle appassionante e attuale negli anni Settanta come oggi.

Opera:  Cannibale
Editore: JPOP
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 10/11/2021
Prezzo: 14,00 €

Totale voti:   8  0  0


shinji01

Seguiamo la storia di una ragazza che diventa donna e della sua smisurata ambizione

 26/11/2021

Arwen1990

Un Kamimura alle prime armi, acerbo ma neanche troppo. Un duo ben solido quello con Aku. Un volume intenso e lineare, chiaro. Disegni come sempre bellissimi. Una donna capace di sottomettere tutti per arrivare dove vuole.. è solo l'inizio.

 18/11/2021

2247

Una parabola sulla giungla dei mass media. In un mondo che si regge sul mito della ricchezza per tutti, l'unico successo possibile è il momentaneo peana urlato sulle carcasse di amici e nemici. Per effimera concessione dei riflettori di un'arena romana.

 12/11/2021

GIGIO

Protagonista feroce e ambiziosa, determinata a tal punto da divorare tutto ciò che incontra lungo la sua strada. Un manga embrionale creato dall'estro di un grandissimo binomio di artisti. Pregevole l'edizione. Per coloro che amano il genere e non solo

 08/11/2021


Altri Voti