re:zero
 
Il primo episodio di questa nuova stagione di Re:Zero mi aveva lasciato abbastanza tiepido. Si è avvertito infatti il dover un po' forzare la mano dalle deviazioni che c'erano state nella prima stagione in modo da riprendere bene il filo con la trama originale. Così, quelli che sembravano i nuovi nemici era in realtà un ricongiungimento dovuto alle omissioni della prima stagione. Forte però del grande successo ottenuto, questa seconda stagione è sceneggiata in modo più fedele e anche il budget è distribuito in maniera più uniforme facendo sì che non ci sia un calo delle animazioni (era avvenuto nella prima stagione poi in qualche modo corretta dalla director's cut), ma che le scene più importanti vengano sottolineate adeguatamente.

Dal secondo episodio parte il vero nuovo arco e ne succedono di tutti i colori: scopriamo di più su Roswaal e su Beatrice e vengono introdotti nuovi personaggi tra cui le streghe. Tutto è un susseguirsi di colpi di scena uno dietro l'altro tali da creare mal di testa e non permettere mai allo spettatore di intuire cosa accadrà dopo. Memorabili le prove del tempio: nella prima Subaru deve confrontarsi col proprio passato, nella seconda invece con un presente inconcepibile in cui vengono mostrati tutti i mondi dopo ogni morte di Subaru suggerendo così una struttura di multiverso all'ambientazione. Il finale ci regala finalmente anche l'incontro tra Subaru e Satella anche se questo non fa che aumentare tutti i dubbi su di lei e i suoi obiettivi. Purtroppo la serie si interrompe sul più bello lasciando aperti mille interrogativi e quindi resta un potenziale 9/10 ancora da confermare.

Quel che è certo però è che tra mille serie piene di cliché e situazioni che si ripetono, Re:Zero è tra le poche ad offrire misteri e rivelazioni che ben difficilmente si riescono ad intuire prima. Attendo il seguito con ansia.
 
re:zero
 
Non ero tra quelli che aveva gridato al miracolo con la prima stagione, troppe situazioni non mi erano piaciute e non ero entrato in empatia con il personaggio di Subaru. In più il continuo tira e molla tra Rem e Emilia proprio non mi era andato giù. Ho continuato questa nuova stagione quasi per inerzia, in fin dei conti il finale della prima non mi era dispiaciuto. Ho fatto bene e ora sono tra quelli che dicono "Buona la seconda!". La trama non si discosta moltissimo invero, è una vera e propria prosecuzione da dove ci eravamo lasciati. E' l'utilizzo dei personaggi stessi a fare un level up e non di poco, in primis proprio Subaru. Del personaggio sfigato da Isekai che si trova ad essere l'eroe circondato da belle ragazze, anche se tra mille sofferenze, finalmente conosciamo il passato, fondamentale per capirne l'agire e il background.

Con Rem fuori gioco e Emilia bloccata dalla situazione contingente poi, questo ragazzo si viene a trovare completamente da solo a gestire una situazione davvero più grande di sé. Incappato fin da subito nelle grinfie della potente strega Echidna, egli ne dovrà sopportare le sfide, i giochetti e le prove in un susseguirsi di dolore, trauma, sacrificio, disperazione, spersonalizzazione e perseveranza. Il tutto per arrivare a un bandolo della matassa ancora ben lungi dall'essere trovato in un mondo, quello di Re:Zero, sempre più cupo e pericoloso, dove non tutto è quello che si crede. Un isekai quindi che comunque ha una sua dignità e riesce ancora a sorprendere, aspettando una seconda parte che si spera possa essere all'altezza di quanto di buono visto nella prima.
 
re:zero
 
Uno degli anime in assoluto più attesi per questo 2020 è finalmente arrivato, pure con qualche mese di ritardo perché del resto l'hype per i tantissimi fan non era abbastanza, no? Io non sono mai stato particolarmente un fan sfegatato di Re:Zero, allo stesso tempo non sono mai stato assolutamente un hater della serie (i quali di certo non mancano), la trovo intrattenente e interessante, piena di personaggi intriganti e sul lato tecnico è anche difficile avanzare particolari critiche; di certo è un fenomeno non da poco e merita tutta l'attenzione che il fandom gli pone.

Questo inizio di seconda stagione a mio avviso conferma tutti i pregi e i difetti ai quali eravamo già ampiamente abituati. Voglio partire immediatamente da quel che mi ha dato più fastidio, che è appunto un problema che si ripropone in eterno in questa serie: tutti questi episodi e siamo ancora nella stessa saga e nella stessa timeline, va bene qualche volta ma il tutto è come al solito troppo prolisso, si può fare sicuramente molto meglio in molto meno tempo. Non è una cosa così grave da non farmi apprezzare al meglio questa serie, ma allo stesso non riesco ad apprezzare oltre un certo limite una storia scritta in questo modo; in definitiva, se fossimo andati oltre questa saga molto prima di quanto sarà avrei potuto apprezzare questa seconda serie più della prima, invece per ora non posso che asserire che siamo allo stesso identico livello. Poi potrei aggiungere come fastidio il fatto che troppe streghe "siano" loli, anche qui... non odio le loli ma avrei apprezzato qualcosa di diverso. 

Questo è stato un cour senza Rem (e magari anche il prossimo), la sua assenza è stata una sofferenza ma non è un vero problema, è giustificato narrativamente e quindi metto il mio cuore a posto aspettando momenti migliori. Gli episodi sono stati tutti positivi, scoprire le streghe è stato ottimo e l'episodio sulla famiglia di Subaru è stato il picco assoluto della serie (considerando anche la prima stagione), solo quell'episodio salva questo cour dalla bocciatura con estrema facilità. Apprezzo lo spazio dato a Beatrice così come Ram, senza Rem è riuscita a uscire fuori meglio e ha avuto momenti degni di nota. Ovviamente il palco è stato rubato da Echidna, personaggio estremamente particolare e che ancora non posso dire di aver compreso al meglio, di certo come ogni strega è meglio fidarsi di lei troppo... a volte sa essere adorabile ma è meglio tenerla a distanza, però si deve dire che il suo apporto alla serie è stato ottimo. Otto, comunque, best personaggio a mani basse.

Sarà interessante vedere come continuerà, sono sicuro che anche i prossimi episodi sarà un piacere seguirli, come sono altrettanto sicuro che troverò tediosi alcuni avvenimenti e che alla fine vedere la stessa identica timeline mi farà storcere il naso.
 
re:zero


Re:ZERO -Starting Life in Another World- 38

Titolo italiano:  I suoni che fanno venire voglia di piangere
Titolo Originale: Nakitakunaru oto
Titolo Inglese: Sounds that Bring Him to Tears
Titolo Kanji: 泣きたくなる音

Data italiana: 30/09/2020
Data in patria: 30/09/2020
Durata: 27 minuti

Data: 07/10/2020
Crunchyroll  
Audio: thumb / Sub: thumb

Totale voti:   65   16   5 


RiDaIoLaxD

Bah speravo che almeno un arco fosse finito a questo punto

 17/10/2020

pedruto

Questo arco non è molto chiaro. Verde pallido.

 12/10/2020

Krakatoa

Non penso di aver capito bene le motivazioni delle streghe, specie di Satella. Più chiaro il folle intento di Roswaal. Patrasche sempre il migliore. Otto sembra la sappia lunga.

 11/10/2020

kalufunsui

Finale pesantissimo. Subaru ha capito che da solo non la sfanga e Otto è un ottimo amico, ma la gamba tesa di Roswaal è pesantissima.

 10/10/2020

grandebonzo

Il primo cour termina con un episodio tedioso e inconcludente, dove a farla da padrone sono ancora i piagnistei del protagonista. Regia pessima, unica nota positiva il pugno in faccia a Subaru, irritante come non mai.

 09/10/2020

il santo

si dice, quello che non ti uccide ti fortifica, se vero,a quest'ora SUBARO , sarebbe HULK, da quanta rabbia deve avere, dopo le rivelazioni finali!

 06/10/2020

redcbcup

Inno all'angoscia in un mondo di sfigati.

 05/10/2020

oh boy

subaru è un protagonista umano volutamente scritto per far fronte agli orribili shonen di oggi come demon slayer e my hero academia dove si vince con power up a paraculo e protagonisti perfetti senza macchia.

 04/10/2020

Alex Ziro

Prima parte dell'episodio sicuramente molto carina, le streghe in azione sono sempre molto interessanti, per quanto siano quasi impossibili da comprendere al massimo. Carmilla è un pene. Per il resto la seconda parte è deludente, finirà mai questa saga??

 04/10/2020

ScorpioXX

negli ultimi episodi Subaru è tornato a essere insopportabile, noioso, patetico come non mai. Finalmente si è capito anche se sinceramente l'ho sempre pensato Satella/Emilia. Sperando che alla fine spieghino tutto, anche se andando avanti così è pesante.

 02/10/2020

Mirokusama

Il cazzottone mi ha trasmesso una certa soddisfazione devo dire...bello il risvolto col 'nuovo' top villain ma quanta retorica, quante reazioni scomposte per arrivarci, siamo pure a metà serie, poniamo qualche base per il prosieguo magari...

 02/10/2020

Phalanx80

Era chiaro che il piano di death&restart pensato da Subaru non sarebbe potuto durare; Roswaal ha posto un pesante nodo gordiano sul futuro di tutti i pesonaggi che si potrà risolvere solo a patto di pesanti sacrifici. Cresce l'attesa per la seconda parte.

 01/10/2020

VinMur92

Inconcludente. Pessimo modo per chiudere la prima parte.. Ma poi Satella altro che assomiglia ad Emilia, è indubbiamente Emilia, magari ha disturbi dissociativi della persona, boh. Appena sopra la sufficienza.

 01/10/2020

DiegoRocchi97

Satella..... ho già una mezza teoria, ma ho poche prove. Probabilmente avete quasi tutti la mia stessa teoria ma chissà. Comunque, ottimo episodio.

 01/10/2020

Saufer79

Satella ed Emilia nascondono certamente un qualche legame. Subaru di nuovo pesante, fortuna che poi lo hanno rivoltato. Roswaal sempre enigmatico, pone di fronte a Subaru delle ardue scelte da fare.

 01/10/2020

ALUCARD80

in fondo lo sapevo che Satella era la meno peggio. anzi, alla fine dice cose meravigliose e la somiglianza pardon - l'identica fattezza simile a Emilia secondo me nasconde qualcosa di davvero tragico e cupo. Roswaal è un malato

 01/10/2020

Andromeda

La carne buttata sul fuoco a 'sto giro è tanta e spero riescano a cuocerla a puntino, anche se hanno già sprecato la carta delle streghe (troppe loli e troppo colorate e buone per essere delle streghe). Fortuna che c'è Roswaal a riequilibrare il tutto!

 01/10/2020

Riccardo80

Si sa quando continuerà? In pratica siamo in mezzo alla questione...

 01/10/2020

PokeNew

Finalmente abbiamo un confronto vero e proprio con Satella, anche se rimane comunque una figura enigmatica. Intanto scopriamo il motivo dell'attacco alla tenuta, peccato che dovremo attendere per poter vedere dell'altro.

 01/10/2020

ilBiotecnologo

Buon episodio, l'unica nota stonata di tutto ciò è Subaru, i cui sbalzi d'umore sfidano ogni logica. Le streghe dei mostri al di fuori di ogni logica? Non direi, anzi. Roswaal me l'aspettavo covasse qualcosa, e Otto sarà veramente chi dice di essere?

 01/10/2020

Julaaar

Roswaal è ancora più fuori di quanto credessi, Satella invece sembra l'opposto di come l'hanno descritta fino ad ora. Non so come riuscirò ad aspettare il 2021, seconda stagione promossa per ora. Ah dimenticavo, Otto "best male" della serie!

 30/09/2020

Mr.Chef

Certo che Subaru è davvero un super-testone. Forse però si intravede uno spiraglio. Il tè con le streghe, Satella inaspettatamente, ed Otto mettono un freno a questa sua indole autodistruttiva che invece Roswal vorrebbe amplificare. Ep. finale intenso.

 30/09/2020

giacgiac

Gli ultimi episodi erano stati anche carini, ma questo è da spararsi sulle gonadi.

 30/09/2020

Franzo

Si chiude la prima parte di una seconda stagione con più bassi che alti, con una "non-conclusione" che continua a lasciare aperto questo arco narrativo permeato di incompletezza. Poca è la speranza che la seconda parte colmi tutti i buchi di trama...

 30/09/2020

pippo311lp

Episodio straordinario, mi dispiace solo dover aspettare gennaio per la seconda parte, maledetti. Su Roswall non so più che pensare, ma soprattutto, Satella tutto sembra tranne che una minaccia...la somiglianza con Emilia sicuramente nasconde altro.

 30/09/2020

irishman

Il pugno di Otto è stato l'unico momento piacevole di tutta la stagione. Anime bellissimo, in precedenza, ma inguardabile in questa seconda serie.

 30/09/2020

Alessandro89

L'opera è davvero pregna di roba "utile" il che rende difficile la trasposizione rispettando gli ormai consueti 12+12. È stato un arco pesante e di difficile digestione. Le domande sono moltiplicate e le poche risposte indefinite e vaghe. Però a me piace

 30/09/2020

Nishikata

ovviamente non è un finale, non è stato risolto nulla. anzi le vicende si increspano sempre di più. aspetteremo pazientemente la seconda parte. il problema è che mi ci sono appassionato troppo! l'ending è un capolavoro!

 30/09/2020

Ataru Moroboshii

ma se lui ha ripetuto 12-13 volte gli stessi 2-3 giorni, perchè la gente si comporta ogni volta in maniera diversa?

 30/09/2020

ladynera

Non ne usciamo da 'sto loop e arrivederci al 2021 per provarci. Quantomeno vengono date ulteriori informazioni ma l'ovvio senso di incompletezza rimane tutto. Un verde pallido riuscirebbe anche a strapparlo se non mi fossi un po' scocciata.

 30/09/2020

Thorgrim

Finalmente riusciamo a capirci qualcosa in più in tutto questo trambusto grazie anche a Satella che rivela un po' dei propri sentimenti e dei propri pensieri. Otto superstar nel mentre viene svelato il perché dell'attacco alla tenuta.

 30/09/2020


Altri Voti