Marmalade Boy recensione (1)

Miki Koishikawa e Yuu Matsuura sono due liceali che si ritrovano a vivere nella stessa casa come fratellastri per via di uno scambio di coppia dei rispettivi genitori, e, a poco a poco, scoprono di amarsi.
E' da questa premessa abbastanza semplice che nasce Marmalade Boy, uno dei maggiori successi editoriali nel campo degli shoujo manga, i manga per ragazze.
Il fumetto, firmato da Wataru Yoshizumi sulle pagine di Ribon, rivista shoujo della casa editrice Shueisha, dal 1992 al 1995, e poi raccolto in otto volumetti, ha riscosso un incredibile successo, che gli è valso giocattoli, gadgets di vario tipo, videogiochi, cd musicali, romanzi, artbook, drama cd, un film animato per il cinema, una serie di telefilm realizzata a Taiwan e, soprattutto, una serie tv a cartoni animati lunga ben più di 70 episodi e popolarissima in tutto il mondo (in Italia è stata trasmessa su Mediaset col titolo Piccoli problemi di cuore).
Un record decisamente non da poco per una storia d'amore dalle premesse così semplici, non c'è che dire.

Il segreto del successo di Marmalade Boy sta, innanzitutto, nella coppia dei suoi due protagonisti, dotati di una caratterizzazione molto efficace.
Miki è solare, ingenua, energica, ed è facilissimo per le lettrici, nonostante la voluta assurdità della sua situazione familiare, identificarsi in lei, nelle sue reazioni, nei suoi problemi, nei suoi pensieri, nei suoi sentimenti.
Yuu è, invece, un personaggio più idealizzato, ma anche più complesso e sicuramente affascinante. Bello, allegro, spigliato, scherzoso e pungente, nasconde in realtà un carattere più ombroso, profondo, pensieroso e impenetrabile e l'ambiguità del suo rapporto con Miki, con la quale alterna schermaglie e dispetti a momenti di grande dolcezza, lo rende un personaggio assai interessante.
Due personalità diversissime, che funzionano a meraviglia da sole, ma che trovano insieme una scoppiettante intesa, sia nei mille e più scherzosi battibecchi che scaturiscono, sia nei vicendevoli momenti romantici.
Miki e Yuu si incontrano e si innamorano all'istante, ma prima di potersi dichiarare e mettere insieme, impareranno a convivere come amici intimi e ancor prima come familiari, dando modo al lettore di conoscerli per quello che sono, di abituarsi a loro e di trattarli come degli amici e non solo come personaggi disegnati, al punto da aspettare con trepidazione l'evolversi della loro storia d'amore e di soffrire con loro nell'alternarsi delle varie fasi della stessa.
Una coppia protagonista davvero azzeccata, dunque, ma non solo.

Marmalade Boy recensione (2)
Uno dei più grandi pregi di Marmalade Boy è, infatti, la sua grande coralità.
Non ci occuperemo solo di Miki e Yuu, ma anche dei loro parenti e di tutta una serie di amici, compagni e conoscenti che li circondano: il dolce migliore amico ed ex fiamma di lei, Ginta, e la frizzante ex ragazza di lui, Arimi; la timida e riservata migliore amica di Miki, Meiko, e il giovane professore responsabile del club che Miki frequenta, Namura; lo sfigato e collerico cugino di Ginta e spasimante di Arimi, Tsutomu, e il senpai-tombeur de femmes che attenta al cuore di Meiko, Satoshi; l'infantile modella Suzu e l'ombroso musicista Kei.
Ognuno di questi personaggi avrà una sua caratterizzazione, semplice ma quantomai efficace, e una sua personale sottotrama (spesso e volentieri sentimentale), trattata in maniera garbata e appassionante.
Ecco, dunque, che dall'iniziale vicenda di Miki e Yuu parte ben presto una girandola di schermaglie, gelosie, innamoramenti, intrallazzi, colpi di scena, che intrattiene il lettore lasciandolo sempre con curiosità e interesse.

Marmalade Boy recensione (3)La storia d'amore dei due protagonisti resta sempre il chiaro punto di arrivo di tutta la vicenda, ma non sarà raro che ci si riesca ad affezionare anche a molti personaggi secondari, spesso e volentieri anche più simpatici e/o interessanti dei già ottimi protagonisti.
L'impressione che si ha, leggendo la storia di Marmalade Boy, non è quindi quella di leggere di una coppia di amanti, quanto di un grande e variegato gruppo di amici, ognuno con i propri personali trascorsi, sentimenti e problemi.
Amici che, si, di tanto in tanto proveranno tra loro invidie, gelosie, sentimenti e schermaglie amorose, ma poi, da questi problemi, usciranno vittoriosi e rafforzati nel loro comune senso di amicizia e di "gruppo".
Non ci sono cattivi, non c'è malizia, solo un gruppo di amici che insieme si divertono, soffrono, gioiscono, crescono e scoprono gioie e dolori della vita e dell'amore. In questo, forse, risulta ben più appropriato il titolo italiano scelto per l'adattamento a cartoni animati, più dello stesso titolo originale, riferito al protagonista maschile che pure è, in un certo senso, il centro della storia principale.
L'interessante sottotrama delle vere origini di Yuu, infatti, aiuta a caratterizzare maggiormente il protagonista maschile e tinge tutta la vicenda di una vena di mistero, consolidandosi man mano che la storia va avanti e andandosi a frapporre come ultimo ostacolo al coronamento del sogno d'amore dei due protagonisti, in quella parte finale della storia che fu brutalmente eliminata dai nostri censori nella relativa versione italiana del cartone animato, privando Marmalade Boy di quello che è uno dei suoi temi cardine e più intriganti.

Una storia come questa, fresca e appassionante, che ci narra delle vicende sentimentali di un gruppo di liceali con molto garbo e che si fa persino un po' promotrice di moltissimi topoi narrativi del genere (ad esempio la questione "amore tra fratelli", che tanto andrà poi di moda), non poteva che ispirare quello che poi sarà un po' tutto il successivo shoujo scolastico-sentimentale anche graficamente.
Ecco quindi occhioni luminosi con mille riflessi di luce, sorrisi con bocche triangolari, fiorellini, centrini in ogni dove, come vuole la tradizione dello shoujo manga anni '90 di cui Marmalade Boy è uno dei più famosi esponenti.
L'autrice si rivela molto brava nel tratteggiare l'espressività dei personaggi, elemento fondamentale in questo tipo di storie, riuscendo a rendere perfettamente scene allegre, rilassate, divertenti, romantiche, drammatiche o di tensione. I vestiti, gli accessori, le capigliature sono molto dettagliati, a differenza dei corpi, un po' rigidi, degli sfondi e dei paesaggi che risultano un po' freddi, ma l'ottima regia delle tavole e il sapiente uso di retini e vari artifizi decorativi sopperiscono a questo difetto regalandoci delle tavole belle ed espressive.
E' uno stile di disegno che, visto oggi, forse non appare poi così originale, proprio perché moltissimi elementi grafici di questo manga sono poi stati codificati, copiati, riutilizzati da molte altre storie dello stesso tipo, quindi potrebbe risultare "già visto" in qualche modo, ma di sicuro ben si adatta alla storia narrata ed è di grande impatto durante la lettura.
Degno di nota, poi, è il carattere spiritoso e ironico dell'autrice, che spesso e volentieri ci intratterrà con gags, racconti di vita quotidiana, retroscena su come crea il manga e i suoi personaggi, commenti alla versione animata, racconti dei fatti suoi, creando un buon legame fra autrice e lettore.

Marmalade Boy è uno dei cavalli di battaglia dell'editore Panini Comics, che lo ha già riproposto in varie edizioni sin dal suo esordio nelle edicole italiane nel 1998: in sedici volumetti di piccolo formato con lettering fatto a mano e impaginazione all'occidentale (1998), in otto volumi simili all'originale giapponese ma con impaginazione all'occidentale (2002), in otto volumi di grande formato con o senza sovraccoperta (2009). La riedizione più recente in otto volumi, del 2015, si attiene al più recente formato economico da edicola dell'editore di Modena.
Nonostante l'impaginazione all'orientale e un nuovo lettering, tuttavia, risulta meno elegante dell'edizione del 2002 e più costosa (5.50 euro a volume, contro i soliti 4.30 euro degli attuali manga Panini in formato economico da edicola), senza che vi siano particolari extra.
Dopo molti anni e molte edizioni, forse, questo classico dello shoujo manga meriterebbe una vera e propria edizione di lusso definitiva, con pagine a colori e volumetti più eleganti, come le tante che sono state pubblicate in Giappone nel corso degli anni.
Tuttavia è lodevole l'iniziativa di Panini Comics volta a valorizzare questo titolo, pubblicandone di seguito e nello stesso formato (ma a un prezzo inferiore) il recente seguito Marmalade Boy Little, con anche un pack apposito ad unire la fine e l'inizio delle due serie.
 
Marmalade Boy recensione (4)

Marmalade Boy oggi, magari, appare antiquato, banale e magari graficamente superato. Magari in molti, tra i lettori odierni, lo leggeranno sull'onda nostalgica dei ricordi dell'anime che guardavano da piccoli, o attratti dal richiamo dei nostalgici che lo hanno eletto a proprio capolavoro personale e ne saranno delusi.
In un certo senso, non gli si può dar torto.
In primis perché, per una volta, ritengo che la versione animata sia di poco superiore a quella cartacea, grazie ad un maggior numero di personaggi ed intrecci, e ad un comparto grafico e sonoro che contribuisce a creare un'atmosfera irresistibile di cui il manga, giocoforza, risulta privo, per quanto molto bello.
In secundis, perché, Marmalade Boy è un manga semplice, che racconta di storie d'amore fra ragazzi, sia pure con vari intrecci ed elementi più maturi ed interessanti. La sua apparente semplicità può scoraggiare chi preferisce leggere titoli più complessi o chi non è (più) abituato a leggere storie d'amore o chi non ha molta dimestichezza con lo shoujo degli anni '90, e l'attuale situazione del mercato manga italiano mi lascia pensare che in questa descrizione ci si rispecchino in tanti.

Eppure, nonostante gli anni sul groppone di questa storia abbiano ormai superato la ventina, quasi non ci si crede, perché Marmalade Boy riesce ancora a brillare: è fresco, vissuto da personaggi simpatici che, nella loro apparente semplicità, conquistano i cuori dei lettori e si fanno anche un po' profondi, non è morboso ma è anzi parecchio romantico, è divertente ma sa anche essere emozionante quando la storia lo richiede (e lo richiederà), oltre a trattare in maniera garbata e non pesante temi interessanti come il divorzio, l'adulterio, lo scambio di coppia, relazioni proibite di vario tipo, legami familiari non convenzionali.
Per questa sua freschezza, per il disegno gradevolissimo, per la simpatia del suo cast e la varietà delle sue vicende (in soli otto volumi, in un turbinio di triangoli amorosi, l'autrice riesce a inserire eventi drammatici, gite scolastiche, misteri e persino un dettagliatissimo - e comicissimo - match di tennis), Marmalade Boy riesce a farsi apprezzare sia dalle ragazze che dai ragazzi, e si riconferma una serie che convoglia in sé tutto il meglio di ciò che possiamo chiedere ad uno shoujo manga di questo tipo ma che non sempre gli shoujo manga di questo tipo, specialmente quelli più recenti, sanno offrirci.


Titolo Prezzo Casa editrice
[Artbook] Marmalade Boy - Illustration Book € 25.00 Panini Comics
Marmalade Boy  1 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  2 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  3 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  4 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  5 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  6 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  7 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  8 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  9 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  10 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  11 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  12 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  13 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  14 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  15 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy  16 € 1.80 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  1 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  1 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  2 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  2 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  3 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  3 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  4 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  4 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  5 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  5 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  5 2ª Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  6 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  6 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  6 2ª Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  7 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  7 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  7 2ª Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  8 € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  8 Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection  8 2ª Ristampa € 4.25 Panini Comics
Marmalade Boy Collection + Vhs  1 € 10.00 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  1 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  2 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  3 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  4 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  5 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  6 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  7 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold  8 € 4.50 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  1 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  2 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  3 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  4 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  5 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  6 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  7 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy Gold Deluxe  8 € 5.90 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  1 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  2 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  3 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  4 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  5 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  6 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  7 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy New Edition  8 € 5.50 Panini Comics
Marmalade Boy Pack € 7.50 Panini Comics