Una critica che veniva fatta alla prima serie di Re:Zero (che pure copriva tre archi di storia) era una presunta inconsistenza della trama e dei personaggi. Chi sono le streghe? Qual era il passato di Emilia e perché gli abitanti della foresta erano congelati? Chi era il mandante di Elsa nel primo arco di storia? Quali erano gli obiettivi di Roswaal? Chi è Beatrice e perché è sempre chiusa nella biblioteca? Ebbene, questo quarto arco, il più lungo della novel, che si svolge lungo 6 volumi, offre tutte le risposte, mostrando quanto sia curato il mondo di Re:Zero e quanto ognuno dei personaggi goda di una cura particolare (abbiamo persino il flashback sulla vita di Otto Suwen).

La crescita di Emilia e Subaru è ottima e scandita dal ritmo delle prove al tempio. Dopo una prima serie in cui era poco più di una comparsa, Emilia ha finalmente il suo sviluppo e la sua crescita. E così anche Subaru affronta finalmente il suo passato e i suoi genitori in un episodio molto significativo. I villain la fanno da padrone: dalla ammaliante Echidna alla terrificante Pandora, candidata al boss finale, la cui natura del potere ricorda tanto quello di Subaru.

Tutto perfetto quindi? Non proprio in verità perché qualche difetto questa seconda serie ce l'ha. Re:Zero lo considero più un thriller che un fantasy e uno dei pregi della prima stagione era come riuscisse a focalizzare la suspense dello spettatore: Subaru vuole recuperare il gioiello rubato a Emilia, scopre dove si trova, ma viene ucciso. Nell'iterazione successiva scopre che ad ucciderlo è stata una pericolosa assassina, poi cerca di cambiare strategia arrivando prima, ma fallisce. Questo è un po' il leitmotiv delle storie ispirate al "giorno della marmotta", in cui l'iterazione si ripete fino a trovare una soluzione che pare impossibile. In questo arco di storia però la trama è una vera e propria matassa: da una parte le prove del tempio, da un'altra parte qualcuno che attacca la residenza di Roswaal, da un'altra ancora la presenza delle streghe in una sorta di mondo parallelo; non fai neppure in tempo a focalizzare un problema e spunta una nuova e temibilissima magibelva, problema ignorato nell'iterazione successiva in cui Subaru si trova contro il comportamento anomalo di Garfield.

Tutta questa carne al fuoco oltre a generare confusione, disperde l'attenzione dello spettatore facendo perdere completamente il pathos. Magari se nell'episodio prima si ha ancora negli occhi la cruenta scena dei coniglietti, perché passiamo un episodio a sentire lo spiegone su Ryuzu Meyer e i suoi cloni? Che magari è pure interessante, ma devi mettermi nella disposizione d'animo di recepire quelle informazioni. Sicuramente la novel è una cosa, ma in una trasposizione animata è la mano del regista e dello sceneggiatore che deve mettersi ad armonizzare il tutto. Questo rende probabilmente la serie adatta più ad un binge watching che non ad una visione settimanale.

Sul lato tecnico rimane di altissimo valore il comparto musicale sia come ost che come sigle che hanno però il difetto di essere trasmesse troppo poco (anche se c'è maggior tempo di animazione). Buone anche le animazioni anche se forse verso fine serie, considerando la rarità delle scene di pura azione, nell'epico scontro tra Garfield ed Elsa si poteva fare qualcosa di più com'era stato ad esempio ad inizio serie nello scontro tra Rem e Regulus (unica parte di storia che in realtà apparteneva ancora all'arco precedente).

In definitiva promuovo la serie e la considero ben scritta soprattutto per trama e personaggi. Capisco che qualche difetto la possa rendere difficile da seguire, ma a mio parere è un pelo nell'uovo. Affermare invece che la trama sia inconsistente o i personaggi scritti male o non approfonditi è invece falso. Limitatamente alle opere di mero intrattenimento (come Re:Zero è), considero Subaru uno dei protagonisti migliori degli anime proprio per il suo essere anti-eroe, scostante, presuntuoso e immaturo. E non che la sua bella sia da meno dato che passa metà buona della serie in piagnistei da bambina immatura. Tutto questo umanizza i personaggi e me li rende più apprezzabili rispetto ai troppi Gary Stu e Mary Sue del panorama moderno.
 
 
Ci sono voluti ben nove mesi (fra cui tre di stop) per trasmettere tutti gli episodi della nuova serie, ma finalmente è calato il sipario anche sulla seconda stagione di Re:Zero, il tanto atteso sequel dell'amatissimo anime isekai con protagonisti Subaru, Emilia e tutti gli altri loro compagni. Sono stati 25 episodi abbastanza intesi nei quali abbiamo potuto riabbracciare (quasi) tutti i personaggi vecchi e incontrare un paio di interessantissime aggiunte, e inoltre abbiamo ci siamo addentrati ancor di più nelle fitte trame e nei misteri che avvolgono il mondo dove si svolgono le vicende narrate. C'è tanto da discutere, ma andiamo con ordine.

La S2 di Re:Zero è fatta di luci ed ombre. L'arco narrativo del Santuario della Strega, il quale si estende per tutta la durata della stagione, compone un tassello cruciale che si colloca all'interno di Re:Zero. Sono infatti tantissimi gli elementi di loro e i retroscena che si sono aggiunti, fra cui molti punti chiave che ci forniscono alcuni elementi necessari per districare la matassa davvero intricata che è quest'anime. L'origine delle Streghe, i ricordi perduti di Emilia, l'introduzione di Echidna e del Santuario, il filo che lega quest'ultima al passato nebuloso di Roswaal e Beatrice si prendono il merito di aver approfondito ancor di più l'universo di Re:Zero e i suoi personaggi, molti dei quali hanno dato il meglio di loro stessi per mettersi in mostra in questa seconda serie. Echidna su tutti è riuscita a portare una ventata di aria fresca grazie al suo personaggio carismatico, intrigante, ambiguo e peculiare, che è riuscito in poco tempo a lasciare il segno. Le sottotrame rappresentano di sicuro il fiore all'occhiello del sequel, anche perché hanno saputo emozionare e intrattenere in pieno stile Re:Zero. Peccato che ciò non è bastato a colmare una sceneggiatura che lascia ancora molte lacune un po' ovunque e ha il vizio di aprire tante parentesi senza però poi chiuderle tutte, lasciando così molti punti in sospeso che ancora non sappiamo se verranno ripresi in futuro.

D'altronde, non è una novità: Re:Zero è sempre stato come un'altalena che va su e giù in continuazione, salendo grazie pregi e scendendo per colpa dei difetti. A certi momenti di pathos intenso si susseguono subito dopo spiegazioni assai confusionarie. Personaggi in forma brillante in determinati episodi appaiono poi opachi verso la fine (uno fra tutti proprio Subaru), e viceversa. I rimpianti non mancano, però c'è da dire che il risultato finale rimane comunque soddisfacente. Re:Zero è rimasto lo stesso che avevamo lasciato nel 2016, con tutte le sue qualità e i propri demeriti. Se sorvoliamo i lati meno positivi, questo anime si è ripresentato al pubblico nei migliori dei modi, grazie al suo ottimo apparato tecnico, sia visivo che sonoro, e al suo cast di talentuosi interpreti. I fan che hanno amato l'originale apprezzeranno anche il suo seguito senza troppi timori. Personalmente, mi sarei aspettato un pizzico di continuità in determinati ambiti, però posso comunque dire che Re:Zero continua ad essere una bella serie che si colloca un gradino sopra rispetto alla media del suo genere di appartenenza. Voglio sperare in una futura terza stagione perché sarebbe un grosso peccato lasciare tutto questo a metà, curioso di sapere quali pieghe prenderanno d'ora in avanti gli eventi e di ricevere spiegazioni (non troppo caotiche) su quei punti rimasti ancora all'oscuro.
 
 
Il più grande pregio di Re:Zero è quello di saper catalizzare l'attenzione di migliaia di fan in tutto il mondo, sia che siano dei fan o meno. Dopo anni di attesa è normale che la seconda stagione di questo anime avrebbe avuto tanto successo, del resto al contrario di altri franchise questo è riuscito a bissare il successo della stagione precedente, confermando i palesi pregi, partendo dal comparto tecnico e continuando con tutti quegli elementi narrativi che hanno fatto innamorare di Re:Zero tantissime persone.

Io non sono di certo il fan più grande di Re:Zero che possiate trovare in giro, la serie non mi impressiona a livello di narrazione, tutti questi episodi ambientati nello stesso identico posto non mi ha fatto impazzire, alcuni monologhi sono estremamente pesanti, altri soporiferi (e altri sicuramente interessanti), seguire il tutto risulta fin troppo spesso pesante, non è di certo l'anime più semplice da seguire. Non sono un grandissimo fan nemmeno dei personaggi, però è indubbio che la storia su Beatrice sia stata ben fatta (anche se come tutto il resto tirato troppo per le lunghe), è riuscita ad emozionarmi. L'assenza di Rem si sente tutta e si sentirà per tantissimo tempo ancora, comunque è un bel coraggio ripagato da parte dell'autore, dato che si trattava del personaggio più amato dai fan fino a quel momento.

Ho apprezzato tantissimo l'episodio nel quale Subaru supera la prova rivedendo i suoi genitori, sicuramente il migliore tra tutti i 50 finora (a mio avviso). Mi è piaciuto assistere alla crescita estremamente sofferta di Emilia, un personaggio che non ho assolutamente mai detestato ma che non ero riuscito finora ad interessarmici proprio. Alla fine torniamo lì, Re:Zero ha il grande pregio di attirare l'attenzione e di infiammare il cuore di tantissimi fan, essendo un prodotto pressoché perfetto per il suo pubblico di riferimento, un fantasy/isekai ma che riesce ad essere crudo e cattivo, giocando i cliché giusti, come il successo pazzesco di Echidna (così come quello di Rem prima) ha dimostrato.
 
 


Re:ZERO -Starting Life in Another World- 50

Titolo italiano:  Passi incerti al chiaro di luna
Titolo Originale: Gekka, detarame na suteppu
Titolo Inglese: Offbeat Steps Under the Moonlight
Titolo Kanji: 月下、出鱈目なステップ

Data italiana: 24/03/2021
Data in patria: 24/03/2021
Durata: 30 minuti

Totale voti:   65   9   6 


xAnnAx

Bel finale di stagione, con Beatrice che si riscatta contro il Grande Coniglio e la nomina di Subaru a Cavaliere. Nonostante ciò ancora parecchie cose restano sospese, quindi la terza stagione (sperando che la facciano) è d'obbligo...

 15/04/2021

fedelic

Ora Beatrice mi sta molto più simpatica, lo scontro con quella magibelva mi è piaciuto molto, molto figo. Non mi aspettavo questa promozione per Subaru. Rem alla fine ha fatto la spettatrice non pagante, a quando la terza stagione per salvarla? XD

 08/04/2021

Dragonx96

Superlativo! Toccherà aspettare un bel po' per una S3 (sperando che la facciano) ma a questo giro ci è capitato un finale che regala gioie (dopo tutto lo sforzo e la sofferenza) e che non lascia le cose troppo in sospeso.

 01/04/2021

grandebonzo

Dall'anticlimatica battaglia ai puerili discorsi di Emilia, dalla terapia di gruppo all'imbarazzante cerimonia, tutto sa di tremendamente infantile... per fortuna, almeno l'arco si conclude. Serie in generale sufficiente, ma niente più, bocciata la regia.

 31/03/2021

3elel

Bello, mi dispiace essere arrivato alla fine, ora spero in un seguito degno di questa opera. Molto ben sviluppata la crescita dei vari personaggi e la storia per ora non fa capire come prosegue, spero in una attesa "breve"

 29/03/2021

Riccardo80

La parte iniziale con lo scontro molto bella. Emilia sempre svampita con la storia del bambino e chissà che si devono dire.

 29/03/2021

ladynera

Privo di mordente e parecchio stucchevole questo finale, ma capisco la felicità dei fan nel vedere tutta questa gioia meritata (?)... sarà che preferisco il Re:Zero più tetro. Comunque una stagione con più bassi che alti e immensamente logorroica.

 29/03/2021

pippo311lp

Fantastico. Il ruolo di Betty è incredibile, come Puck per Emilia, lei lo è per Subaru. Emilia ti adoro, resta sempre svampita. In 50 episodi Re:zero ha Costruito le Basi della storia, per chi non apprezza ci sono infinite serie sterili copia-incolla ;)

 29/03/2021

oh boy

Capolavoro....subaru che diventa cavaliere è prova dello sviluppo realistico di questo fantastico personaggio, osservate il contrasto con l'episodio 13 della prima stagione e provate a dirmi che non è cambiato!

 28/03/2021

ALUCARD80

Beatrice, la ragazzina di 400 anni più adorabile del pianeta. "non ho lasciato la libreria perchè volevo essere la persona più importante per lui, ma perchè voglio che sia lui la più importante per me." Emilia che si crede incinta e le botte a Roswaal TOP

 28/03/2021

Miriam22

Emilia incinta con un bacio?! Dopo questa rivelazione pensavo che Subaru si ritrovasse improvvisamente di nuovo davanti al fruttivendolo! Lieto fine, ma l'apice dell'episodio si è raggiunto con Roswaal pestato di botte. Formidaaaaabile🎶

 28/03/2021

Alex Ziro

Il fatto che lei debba dirgli qualcosa di importante mi fa pensare che la prossima stagione saranno 162 episodi ambientati prima di sta conversazione lol Stagione carina ma conferma i diversi difetti della serie, troppo pesante a volte e incomprensibile.

 26/03/2021

micra

E' la classica calma prima della tempesta.Episodio senza mordente,ok il tarallucci e vino ma si cade nel ridicolo.

 26/03/2021

Mirokusama

Una chiacchierata addirittura Emilia, vuoi subito un fratellino quindi...finale disneyano in pratica, non è che abbia aggiunto chissà cosa ma ormai il più era fatto, non è stata una stagione entusiasmante onestamente ma le mazzate a Roswaal chiudono bene.

 25/03/2021

Hikari-san!

Finalmente è finito! X.x

 24/03/2021

DiegoRocchi97

Mi aspettavo leggermente di più ma adoro il rapporto tra Bea e Subaru. E di come è diventato quello tra quest'ultimo e Emilia? Comunque buon finale di stagione.... speriamo di non attendere troppo per la prossima.

 24/03/2021

Mr.Chef

Profonda delusione. Ma davvero finisce cosi', a tarallucci e vino, senza nessun prezzo da pagare? Ma re:zero non e' cosi'... Il grande coniglio battuto in un minuto? e il vero volto di Echidna dovrebbe dire qualcosa? Mah...

 24/03/2021

Nirvash00

E finisce questa S2 ! E' stata un stagione stimolante, piena di colpi di scena ! Emilia è cresciuta tanto, la adoro anche se non sa come nascono i bambini ! XD Ho apprezzato lo sviluppo organico e costante, mai tirato lì, di tutto il cast ! Pieni voti 10!

 24/03/2021

Nishikata

Non me l’aspettavo un episodio conclusivo così soddisfacente. Hanno chiuso veramente molto bene. Episodio serrato all’inizio, che va man mano alleggerendosi. Bea magnifica! Ora doverosa, la terza stagione. Ps. Risvegliate Rem!

 24/03/2021

Thorgrim

Stucchevole, profondamente prevedibile e con uno sviluppo dei personaggi inverosimilmente posticcio. Alcune scene si salverebbero pure in questo finale, ma è poco e l'unica conferma è la profonda mediocrità di questa S2. Pietoso.

 24/03/2021

Saufer79

Buon episodio di chiusura della stagione.

 24/03/2021

VinMur92

Tutto sommato un finale di stagione buono. Ci rivediamo tra 4 anni probabilmente.

 24/03/2021

MegaRoby

Davvero un ottimo finale di stagione. Spero di poter vedere presto il seguito. Davvero un'ottima stagione.

 24/03/2021

ptmion

Peccato sia finita, mancherà

 24/03/2021

Ataru Moroboshii

fosse sempre cosi la velocita delle scene. Avevo altre aspettative su Roswaal e Echidna, ma pazienza

 24/03/2021

guy

Bell'episodio conclusivo, adesso non resta che aspettare per un seguito.

 24/03/2021

il santo

la faccia di Roswaal mi diverte un sacco! è le continue ingenuità di EMILIA non smettono di stupirmi!

 24/03/2021

Zelgadis

E così finisce questo lunghissimo arco 4. Forse ti poteva fare un filino meglio sulla regia, ma la serie è rimasta solida. E ora speriamo di non dover attendere altri 4 anni per il seguito.

 24/03/2021


Altri Voti