Arriva in Italia Shirayuki dai capelli rossi (Akagami no Shirayukihime), nuovo shojo di casa Star Comics nato dalla matita di Sorata Akiduki. Un'altra eroina rossa di capelli, che come Yona la principessa scarlatta, proviene dalla scuderia Hakusensha, è pronta a conquistare i nostri cuori con una storia dolce e romantica come una favola. Ecco quindi le prime impressioni dei redattori che hanno letto il volume uno, attualmente disponibile al prezzo di lancio di 2,90 €, solo in fumetteria e fino a esaurimento scorte.
 
 
Shirayuki è nata con degli splendidi capelli di colore rosso acceso. Questa caratteristica, che le conferisce un fascino particolare, attira l’interesse del famigerato principe Raji, disposto a tutto pur di farla sua, tanto che la ragazza si vede costretta a lasciare il paese per sfuggire all’ordine di diventare la sua concubina. Giunta nel bosco di un vicino regno, Shirayuki s’imbatte in Zen, un ragazzo che fin da subito le offre aiuto e protezione, ma di cui ignora ancora la reale identità...
 
«Il rosso... dicono sia il colore del fato.»
 
Se le parole del principe Zen fossero vere, allora era davvero destino che giungesse in Italia una nuova eroina dai capelli rossi: pioniera fu Nakaba, protagonista di Dawn of the Arcana (edito da Flashbook), cui fece seguito l'amatissima Yona la principessa scarlatta, che ancora oggi continua a deliziarci con le sue avventure grazie a Star Comics. Ed è sempre grazie all'editore perugino che giunge infine Shirayuki, protagonista di Shirayuki dai capelli rossi. Il manga inizia come la più classica delle favole: una ragazza in difficoltà incontra quello che scoprirà essere un bel principe e subito tra i due scoccherà una scintilla. Come l'autrice spiega in un free talk, la storia venne inizialmente pensata come oneshot nata dal desiderio di raccontare una favola, non stupisce quindi che l'inizio del manga faccia succedere tutto in maniera abbastanza veloce. 

Questo primo volume è in parte occupato da una storia autoconclusiva dell'autrice, ma nei quattro capitoli dedicati a Shirayuki, gli avvenimenti si susseguono con frenesia. La nostra giovane protagonista si mostra come una ragazza decisa e coraggiosa, mentre il principe Zen, che di principesco non ha (ancora) molto, è un tipino poco avvezzo alla vita di corte e più dedito all'avventura e all'arte della spada. Probabilmente, nella prospettiva di un racconto autoconclusivo, Zen era stato pensato in maniera leggermente diversa, più impudente e meno "eroico", ma basta procedere con i capitoli per trovare un principino leale, diretto e che ha a cuore il suo popolo. L'incontro con Shirayuki fa sì che questo duo, potenzialmente esplosivo, trovi subito una perfetta sintonia che sa già di coppia perfetta. Se avete visto l'anime, saprete già che i due non gireranno troppo attorno ai loro sentimenti, per cui non penate al pensiero di due fessi che passeranno 23 numeri prima di accorgersi di amarsi reciprocamente (Yona e Hak, sto guardando male proprio voi due).

Già dalla metà degli anni '90, l'editore Hakusensha aveva mostrato particolare interesse per le eroine dal carattere forte e determinato, prendiamo come apripista più famosa l'esuberante Yukino Miyazawa, protagonista de Le situazioni di lui e lei; i personaggi femminili che si susseguirono sulle pagine di Lala e Hana to Yume, mostrarono spesso un piglio deciso e combattivo, pensiamo alle ben note Haruhi (Host Club), Kyoko (Skip Beat), Mikan (Alice Academy), Kanoko (Kanoko - Gli appunti segreti), Misaki (Maid-sama), Mafuyu (Oresama Teacher), Nike (Soredemo sekai wa ustukushii), Nanami (Kamisama Kiss) e molte altre, giungendo oggi con le più recenti Hana (Takane & Hana), Colette (Colette wa Shinu Koto ni Shita), Yuki (Namaikizakari) e per l'appunto, Yona e Shirayuki. Insomma, l'editore di Tokyo sembra puntare su un tipo di protagonista che poco ha a che fare con lo stereotipo della ragazzina innamorata ma anche un po' fessa. Ciò non significa che Shirayuki sia capace di percorrere la propria strada da sola, difatti, ad ella si affiancheranno molti personaggi, a dimostrazione che una protagonista "forte" non è necessariamente una ragazza in grado di far tutto da sola, ma una persona capace di crescere e plasmare il proprio destino anche grazie a chi le sta accanto. È bello quindi vedere come in una storia quale Shirayuki dai capelli rossi l'elemento amoroso sia importante ma non unico catalizzatore della storia e dell'attenzione del lettore.
 
shrayuki

In questo primo numero il disegno è un po' grezzo, specie se paragonato a quello dell'anime, che nel suo character design si era ispirato ai volti più tondi e morbidi che i personaggi acquisiranno con il tempo. Se è pur vero che, come da tradizione shojo, i fondali non abbondano né spiccano per dettaglio, è anche vero che la Akiduki riesce a riempire per bene le tavole, disegnando le ambientazioni e l'abbigliamento dei personaggi con discreta cura. La costruzione delle tavole non è ottima ma migliorerà anche sotto questo punto di vista.

Star Comics pubblica il primo volume del manga ad un ottimo prezzo di lancio, dimostrando ancora una volta la volontà dell'editore di far tornare lo shojo in una posizione di tutto rispetto. La serie costerà in seguito 5,50 €, ogni volume è dotato di sovraccoperta, dimensioni 11.5x17.5 e purtroppo niente pagine a colori, che però non so se fossero presenti in originale.
La cover italiana elimina la cornicetta che in originale addobbava la copertina, se da una parte l'illustrazione ha così un senso di "libertà", dall'altra mi dispiace un po' perché la suddetta cornice era decorata e negli ultimi numeri la mangaka la stava rendendo sempre più elaborata.

Shirayuki dai capelli rossi è un manga piuttosto longevo, iniziato nel 2006 conta oggi 23 volumi in prosecuzione; difficile dire come si svilupperà una storia di questo tipo su una distanza tanto lunga, e si vede chiaramente da questo inizio un po' acerbo che si tratta di un'opera prima, ma sicuramente ci aspetta un'avventura fiabesca, romantica e corale, poiché saranno parecchi i personaggi che si aggiungeranno al cast e le loro relazioni saranno ben sviscerate. 
Se davvero noi lettori vogliamo dimostrare di amare gli shojo manga e di volere (anche) fortemente qualcosa che esuli dall'ordinario scolastico, questa è l'occasione buona per far sentire che ci siamo.
Autore: Arashi84

 
 
"Questa è la strada che ho scelto di percorrere"

Con questa frase, che sentiamo pronunciare più volte nel manga, facciamo la conoscenza di Shirayuki (letteralmente Biancaneve) una "comune" ragazza che ha la particolarità di essere nata con i capelli di un colore molto raro, come quello di una splendente “mela rossa”. Proprio questa sua peculiarità attira l’attenzione del giovane, e viziato, principe del regno di Tambarun che la vuole come una delle sue concubine; in realtà la vuole solo aggiungere come “pezzo raro” alla sua collezione. Rifiutando un simile destino, Shirayuki, fugge per rifugiarsi nei boschi, ed è qui che incontra casualmente un ragazzo che si scoprirà essere Zen, principe secondogenito del vicino regno di Clarines.
Questo è l’incipit del nuovo manga di casa Star Comics che, anche se su carta sembra un classico shōjo, in realtà riesce a non risultare un banale manga incentrato solo ed esclusivamente sull’amore.
La nostra protagonista è una ragazza "moderna" che non accetta passivamente che altri scelgano per lei la sua strada, difatti, vuole essere l’unica artefice del suo destino, vuole rendersi indipendente e dare una mano al prossimo come erborista di corte, grazie alla sua conoscenza delle erbe mediche.
Nel primo volume vedremo Shirayuki incappare in personaggi che la vogliono rapire, vendere, ostacolare e sfruttare (come una classica damigella in pericolo) ma grazie alle sue capacità riuscirà sempre ad affrontare queste avversità, con coraggio, astuzia e una buona dose di fortuna.
Anche se vista poco, in questo primo albo, una menzione speciale va a Kiki, secondo personaggio femminile tosto che svolge il ruolo di una delle due guardie personali del principe Zen.
È stato bello vedere che l’attenzione è rivolta in primis al desiderio della protagonista di conoscersi ed affermarsi, lasciando che l’innamoramento, ovviamente presente essendo uno shōjo, sia solamente di contorno come una coperta che avvolge i nostri protagonisti, ma non li opprime rischiando di diventare un elemento di disturbo.
Il tratto della sensei Sorata Akiduki si sposa magnificamente alla storia, con il suo tratto pulito, chiaro e dettagliato dove ogni primo piano dei protagonisti viene esaltato dalla maestria con cui lei riesce a rappresentare le emozioni, grazie a pochi tratti, semplici ma di effetto.
Autore: CloveRed
 
 
Piacevole nella sua atmosfera fiabesca questo Shirayuki dai capelli rossi, che parte come una rielaborazione in salsa giappoavventurosa di Biancaneve dove alla strega si sostituisce un principe viziato e ai nani un buon principe in incognito con le sue guardie. Stupisce innanzitutto la determinazione dell'eroina, personaggio forte che non si fa mettere i piedi in testa, sa quel che vuole e lotta per averlo, e il suo rapporto con Zen è davvero bello e intrigante. Mi chiedo, tuttavia, cosa possa raccontare una storia del genere per andare avanti molto a lungo, visto che già i primissimi capitoli hanno riutilizzato più volte il cliché del rapimento/minaccia+salvataggio. Shirayuki e Zen lasceranno il castello per partire all'avventura, o si parlerà di vita di corte? Chissà, staremo a vedere, una certa curiosità c'è, dato che comunque il manga ha una bella atmosfera e un duo protagonista interessante. I disegni sono migliorabili (ho dovuto capire dai dialoghi che una delle due guardie di Zen era una femmina dato che non erano mai inquadrati per bene, graficamente non sono granché particolari e non gli è stato dato troppo spazio), ma confido che nell'arco dei 20+ volumi lo faranno.        
Autore: Kotaro
 
Un primo volume molto dolce e fiabesco, in cui l'autrice attinge alla storia di Biancaneve e i sette nani, ma senza nani e senza strega!
Shirayuki è la protagonista ma non è una principessa, bensì un'umile erborista che ha avuto in dono, o per maledizione, degli splendidi capelli rossi sui quali cadrà l'attenzione di Raji, il principe del suo regno.
Tra fughe e rapimenti, inizierà così l'amicizia tra Shirayuki e Zen, il principe secondogenito del regno vicino, il quale prenderà sotto la sua ala protettrice la ragazza e le permetterà di migliorare i suoi studi da erborista.

Al termine del primo volume potreste chiedervi "ma come potrà mai andare avanti la trama per più di 20 volumi?", è una domanda che mi sarei posta pure io se non conoscessi già la storia grazie all'anime andato in onda qualche anno fa. Non preoccupatevi, senza farvi spoiler sappiate che i due protagonisti non ci metteranno troppo per comprendere i reciproci sentimenti.
Un volume delicato ma anche ricco di azione, in cui capiremo subito che Shirayuki non è una di quelle protagoniste noiose e infantili, ma anzi vedremo come è stata capace di prendere in mano la sua vita nonostante le avversità e sappia benissimo quello che vuole dal suo futuro.

Il tratto di Akiduki mi è sembrato ancora un po' acerbo, e non per questo brutto, ma sono certa che si svilupperà al meglio rendendo ancora più magiche e splendide le ambientazioni e le storie che vivrà la nostra "Biancaneve" dai capelli rossi.
Autore: Hachiko94
 
Seguendo la scia positiva aperta da Yona la principessa scarlatta, Star Comics si fa avanti portando in Italia un altro shoujo manga con un'eroina dai capelli rossi: Shirayuki dai capelli rossi

Shirayuki, che si distingue per la sua rara capigliatura fulva, ci viene presentata come una ragazza forte e determinata, capace di scegliere da sola la propria strada e il proprio futuro. Infatti, proprio quando il principe Raji vuole costringerla ad entrare del suo harem, come oggetto raro da aggiungere alla sua collezione, il forte desiderio di indipendenza spinge la ragazza ad abbandonare la propria casa e il suo lavoro di erborista. 
Fuggendo per rimanere liberà si imbatte in Zen e la sua scorta, Kiki e Mitsuhide, che l'aiuteranno a svincolarsi dall'accanimento di Raji. 
Zen, che è in realtà il principe del regno di Clarines, dà la possibilità a Shirayuki di scegliere la strada da seguire, e così la ragazza decide di approfondire gli studi da erborista seguendolo nel suo regno.
Se tra Zen e Shirayuki nasce subito la scintilla dell'interesse amoroso, la giovane si dimostra sempre indipendente e capace di muoversi nelle situazioni autonomamente, e di provare a uscire dai guai coraggiosamente, senza aspettare l'aiuto di qualcuno piangendosi addosso. Tra i due così si instaura ben presto un rapporto di complicità, di supporto e aiuto reciproco che spero in futuro possa dare molte soddisfazioni. 

Se è vero che questo primo volume risulta forse leggero e con un incipit banale è anche vero che l'ambientazione in un mondo fantastico, con tanti regni e tanti personaggi, potrebbe dare l'accesso a infinite possibilità e ampliare lo sviluppo della storia tanto da giustificare la longevità della serie. 
I disegni acerbi e squadrati sono il riflesso di un'autrice alle prime armi, ma è apprezzabile da subito lo sforzo impiegato per dettagliare le architetture dei palazzi e dei fondali in generale. 

Con un'edizione brossurata e con sovraccoperta, proposta a prezzo lancio di 2.90 euro in anteprima nelle fumetterie, Star Comics si affida ancora una volta a una donna di “fuoco” per rilanciare lo shoujo fantasy. Un segnale molto importante da parte della casa editrice di Perugia, che ora sta a noi lettori saper cogliere.
AutoreArwen1990
 
 
Una delle serie che seguo più appassionatamente ad oggi è sicuramente Yona la principessa scarlatta edita da Star Comics, e l’annuncio di Shirayuki dai capelli rossi, che per alcuni aspetti un po’ la ricorda, mi ha fatto sicuramente piacere. L’ottima iniziativa poi della casa editrice perugina di attuare un cut price sui primi due volumi mi ha spinto ad acquistare quest’opera senza pensarci troppo visti i miei dubbi e forse i pregiudizi (lo ammetto) su questa tipologia di storie, apparentemente fuori dal genere che preferisco. 

La trama in questo primo volumetto scorre velocemente in un’atmosfera fiabesca e frizzante. Shirayuki scappa dal suo regno per sfuggire al principe che la voleva come sua concubina per i suoi capelli rossi così rari; nella fuga incontra un ragazzo, di nome Zen, che poi si rivela essere anch’egli un principe e da lì inizia la sua avventura tra i primi sentimenti e le prime difficoltà. La protagonista è proprio il prototipo del personaggio femminile che preferisco: forte e determinata ma con alcuni tratti di umana fragilità, una ragazza con carattere ma non la classica e irreale figura senza macchia e senza paura. Quello che ho apprezzato maggiormente di lei è poi il fatto di voler essere indipendente e di voler trovare la propria strada attraverso le proprie forze, lo studio e la passione, nello specifico per le erbe medicinali. “Questa è la strada che vuole percorrere” e l’autrice lo rimarca più volte. Di certo non vuole entrare a palazzo solo perché conoscente del principe Zen. Quest’ultimo è anch’egli un ottimo personaggio: schietto, gentile, molto deciso e ben poco attento alle etichette e alle formalità tipiche dei nobili. I sentimenti tra i due protagonisti sono abbastanza palesi ma, giustamente, non ci troviamo ancora di fronte ad un innamoramento vero e proprio. 

Posso dire che il primo volume l’ho trovato molto carino e piacevole da leggere anche se non esente da difetti. Alcuni cliché così marcati mi fanno storcere un po’ il naso come ad esempio i continui salvataggi di Shirayuki dopo i tentativi di avvelenamento o rapimento oppure l’ostilità del nobile di turno verso la popolana che spezza il cuore al principe. Dal punto di vista della storia mi chiedo come possa proseguire la trama per così tanti volumi ma questo non è un punto a sfavore bensì un aspetto che mi incuriosisce molto. D’altronde ci sono molti personaggi appena accennati che sarebbe bello approfondire come le due guardie del corpo di Zen, Kiki e Mitsuhide, ma anche il principe idiota Raji, il quale spero non si riveli essere solo una macchietta. I disegni sono molto semplici e privi di molti dettagli ma tutto sommato non mi dispiacciono; si vede che il tratto dell’autrice è molto acerbo ma confido in un miglioramento futuro.
È un po’ presto per dirlo ma mi sento di consigliare sicuramente quest’opera a tutti gli amanti del sentimentale ambientato in un mondo fantasy, approfittando anche del prezzo di lancio così competitivo e amico del nostro portafogli.
 
Autore: Franky-san
 
Di eroine con i capelli rossi è pieno il mondo, dai manga alla letteratura, dai film dello Studio Ghibli alle pagine delle riviste dell'editore Hakusensha, che già sforna la fiammante Yona, le cui vicende sono anch'esse pubblicate da Star Comics in Italia.
Accanto a lei ora possiamo ora iniziare a seguire anche le avventure fantasy della 'sorella maggiore' Shirayuki, per uno shojo manga che conta per ora invero meno volumetti rispetto a Yona - La principessa scarlatta, ma che aveva fatto il suo debutto sulla rivista LaLa nel 2006, ovvero qualche anno prima di Yona.
Trovo che il tratto della Akiduki sia quanto di più appropriato si possa associare al racconto di una moderna favola, grazie a disegni dal tocco lieve ed etereo: le tavole sono sognanti quanto basta, ma non si presentano eccessivamente impalpabili, ed anzi è piacevole il contrasto con un segno che per il momento è sì grazioso ma anche per certi versi spigoloso.

Shirayuki è una fanciulla che di essere vittima del borioso principe di turno voglia non ne ha, e per tale ragione preferisce darsi alla macchia, lasciando il villaggio in cui vive. Non mancherà l'incontro con il 'secondo principe' (in tutti i sensi) della storia, ma ciò che rende oltremodo leggera la lettura del primo volumetto è una certa ironia sottintesa a una storia che si rifa' ai canoni per l'appunto più classici delle favole. E dunque è lecito in questo caso attendersi battibecchi tra Shirayuki e un principe che, a sua volta, di essere un banale principe seduto in poltrona non ne ha alcuna intenzione.
Confesso che non sono una grande appassionata del fantasy, ma lo slice-of-life gestito in un certo modo mi cattura quasi inesorabilmente, e dunque mi è piaciuto parecchio (e forse inaspettatamente?) come in pochi capitoli si stia già sviluppando in una maniera garbata ma diretta il rapporto tra i due protagonisti... tanto che la mia testa richiama senza volerlo dalla memoria un'altra coppia di un'altra storia molto slice, un po' fantasy e un po' favola, da me molto amata, ovvero quella formata da Himeko e Daichi in Hime-chan no Ribbon, ebbene sì.
Staremo a vedere!
 
AutorezettaiLara
 
"Specchio, specchio delle mie brame, chi è la fanciulla più degna di diventare la mia concubina favorita?"
Considerandomi una enorme fan dei classici Disney, mi piace immergermi in storie derivate o con qualche riferimento ad essi, come la serie televisiva Once Upon a Time o la serie Disney Channel Descendants, dall'omonimo libro, che si concentra sui cattivi più temuti. In questo momento, invece, si torna su un classico feeling fiabesco, dove la protagonista altri non è che la nostra Biancaneve. Però, non è esattamente la Biancaneve dai capelli neri come l'ebano che conosciamo: il colore dei suoi capelli è di un rosso accesso che ricorda tanto la lucentezza delle mele rosse. E a differenza dalla timida e innocente Biancaneve disneyiana, questa è più determinata a prendere la sua strada senza che nessuno la ostacoli, neanche il principe. Egli, dal canto suo, cerca in tutti i modi di conquistarla, stupidamente e avaramente, pensando che nessuna ragazza gli avrebbe mai detto di no. Sebbene la mitica Regina Cattiva qui sia stata sostituita da colui che tutti chiamano il "principe idiota", questo cambiamento sembra incastrarsi bene nella rivisitazione, anche se porta a non pochi sconcerti sulla presenza o meno di un cattivo principale.

Il tratto è molto semplice, perfetto per raccontare una vera e propria fiaba. Dialoghi e vignette comprensibili permetterebbero la lettura anche a un bambino alle prime armi con il mondo manga. Le pagine scorrono molto velocemente, con una lettura leggera e rilassante adatta anche durante i lunghi viaggi in treno, o più in generale, sui mezzi pubblici. Se potrebbe sembrare un bene, d'altra parte potrebbe anche essere un campanello di allarme; gli eventi si risolvono, secondo me, un po' troppo velocemente, passando dalla fuga della protagonista al suo incontro con Zen, dal rapimento della giovane al grande salvataggio finale e il resoconto non così epico contro il principe Raji. Non è neanche la classica storia d'amore, dove ci si sposa anche con lo sguardo. Shirayuki non è quel tipo di persona che si fida facilmente e velocemente delle persone che non conosce, e quando inizia a riporre della fiducia in Zen arrivano i primi segni di una bella amicizia che si prospetta a diventare qualcosa di più. Con più di venti volumi davanti a noi, le domande sono tante e continuano ad aumentare, ma solamente leggendo queste potranno trovare la risposta che cercano.

Consiglio l'acquisto del primo volume a tutti coloro che desiderano tornare bambini e vivere una nuova Biancaneve, con il sorriso sempre stampato sul volto.
Autore: Olimpea
 



Shirayuki dai capelli rossi  1

Shirayuki è nata con degli splendidi capelli di colore rosso acceso. Questa caratteristica, che le conferisce un fascino particolare, attira l’interesse del famigerato principe Raji, disposto a tutto pur di farla sua, tanto che la ragazza si vede costretta a lasciare il paese per sfuggire all’ordine di diventare la sua concubina. Giunta nel bosco di un vicino regno, Shirayuki s’imbatte in Zen, un ragazzo che fin da subito le offre aiuto e protezione, ma di cui ignora ancora la reale identità... Una nuova, incantevole eroina dai capelli rossi è pronta ad accompagnarvi in una travolgente storia d’amore e d’avventura, attraverso ambientazioni da favola e situazioni elettrizzanti che non deluderanno gli appassionati del genere shojo e delle atmosfere fantasy! [Disponibile al prezzo speciale di 2,90 € solo in fumetteria, fino ad esaurimento scorte]

Opera:  Shirayuki dai capelli rossi
Editore: Star Comics
Nazionalità: Italia
Data pubblicazione: 14/04/2021
Prezzo: 5,50 €

Totale voti:   18  0  0


zettaiLara

Un tratto di disegno fine ed estremamente cesellato nel ricreare sfondi e ambienti, mi è piaciuto parecchio sia questo che l'avvio dei due protagonisti e le loro interazioni già "morbide" <3 La oneshot di contorno l'ho trovata puccissima ç_ç

 04/05/2021

MassimilianoCramersteter

Primo volume che introduce all'ambientazione fiabesca della storia. Il manga scorre bene, i disegni sono di buon livello, ma sono sicuro che man mano miglioreranno. A chiudere il volume un one-shot che lo impreziosisce. Carini i commenti dell'autrice

 23/04/2021

Olimpea

Lettura leggera ma apprezzabile e godibile, tratto leggero e delicato, disegni chiari e sfumature leggere. Una ambientazione da favola e una principessa non così tanto sprovveduta. Una nuova avventura sta per cominciare!

 22/04/2021

*Alexiel*

Ho bei ricordi dell'anime ma per i miei gusti è un po' lentino. Almeno sappiamo già che shirayuki e zen non sono fuffa e anzi daranno più soddisfazioni di altri colleghi protagonisti. Lei rientra tra le protagoniste cazzute, lui è un principe diverso

 22/04/2021

Franky-san

Carino e leggero! Una storia piacevole da seguire con una protagonista molto forte e determinata, come piace a me. La trama ha alcuni clichè un po' troppo marcati ma tutto sommato è stato interessante! Disegni semplici, poco dettagliati ma migliorabili.

 19/04/2021

Haizhong_Musume

Sono felice di poter finalmente gestire questa storia alla mia velocità, l'anime era lentissimo e l'avevo droppato. Il volume scorre bene, c'è bisogno di smussare un po' i pg dal lato caratteriale (ora per ora mi stanno più simpatici i nemici XD) ma è ok.

 18/04/2021

CloveRed

È bello poter tornate a leggere uno shōjo che ha sicuramente molti cliché del genere, ma è al tempo stesso "attuale" nel non mettere l'amore come unico argomento di interesse della protagonista. i disegni poi sono molto belli. Promosso ^^

 17/04/2021

Kotaro

Storia un po' ripetitiva e voglio vedere che si inventano per farla durare così a lungo, ma Shirayuki e Zen sono bellissimi e mi piace l'atmosfera fiabesca.

 17/04/2021

Hachiko94

Non si può dire che Shirayuki non sia una protagonista dal carattere forte e che sa quello che vuole, ma ammetto di aver adorato i momenti dolci che ha avuto con Zen (anche se si sfioravano solo le mani xD). Disegno dell'autrice che spero migliori.

 17/04/2021

Arwen1990

Carino e leggero. Lei è una protagonista forte e determinata e mi piace che lui rispetto i suoi spazi. I personaggi di contorno sono interessanti e spero vengano appronditi.. in 22 volumi in corso ci saranno cose da raccontare e spero il disegno migliori.

 17/04/2021

Arashi84

Mi aspettavo più capitoli ma la oneshot finale è stata molto carina. Si vede che è un'opera prima e il disegno è ancora grezzo ma l'atmosfera fiabesca, il romanticismo, un bel lui e una lei bella decisa ci sono, per cui, promosso! Vedremo cosa succederà!

 15/04/2021

Ninfea

Storia gradevole con una eroina forte e di carattere, per uno shojo un po' diverso dai soliti, con una ambientazione favolistica. Disegni tipici del genere, nulla di straordinario, ma piacevole. Vediamo come prosegue.

 15/04/2021


Altri Voti



Titolo Prezzo Casa editrice
Shirayuki dai capelli rossi  1 € 5.50 Star Comics
Shirayuki dai capelli rossi  2 € 5.50 Star Comics
Shirayuki dai capelli rossi  3 € 5.50 Star Comics