Che Demon Slayer sia stato il manga/anime più chiacchierato degli ultimi due anni, è fuori da ogni possibile dubbio. Il successo della serie animata di Ufotable ha trascinato l'opera di Koyoharu Gotouge nell'Olimpo dei manga più venduti di sempre; se da una parte questo assurdo successo è apparso inspiegabile e ingiustificato, dall'altro lato l'imperversare senza fine della "Demon Slayer Mania" è diventato un fatto quasi naturale.
L'anime si conclude nel settembre del 2019, ma viene immediatamente annunciato un film che si occuperà di trasporre la parte del manga immediatamente successiva a quella che chiudeva la serie TV; i giapponesi, e non solo loro, iniziano quindi la paziente attesa per vedere sul grande schermo il seguito delle avventure di Tanjiro e compagni.

Demon Slayer The Movie: Il treno Mugen (Gekijouban Kimetsu no Yaiba: Mugen Ressha Hen) dopo 220 giorni dall'uscita al cinema, ha venduto in Giappone ben 28.966.806 biglietti per un guadagno di 40.016.942.050 yen (più di 301 milioni di euro), diventando così il primo film in assoluto a battere la soglia dei 40 miliardi di yen.
Nel mondo il film ha venduto 41,35 milioni di biglietti per un totale di 51,7 miliardi di yen. Al di là dei numeri, è anche il film con più incassi dal 2020 e il primo film non americano/hollywoodiano a dominare il box office mondiale dell'anno dalla nascita del cinema, avvenuta più di un secolo fa.

Un successo dopo l'altro, a partire dai 3.429.930 biglietti venduti nei primi tre giorni di programmazione in Giappone, fino a battere capisaldi dell'animazione giapponese come  Il castello errante di Howl di Hayao Miyazaki e Your Name di Makoto Shinkai, ma anche le grandi pellicole americane come Titanic. L'ultimo titolo da battere per il primato assoluto nella classifica giapponese era La città incantata, che ha ceduto lo scettro lo scorso dicembre nonostante i suoi 31,68 miliardi di yen (di cui 30,8 miliardi risalgono all'uscita nel 2001).
 
demon slayer il treno mugen


Purtroppo, il film non è giunto nei cinema italiani, lasciandoci con l'amaro in bocca per il solo passaggio in streaming su Amazon Prime Video, a partire da giorno 13 luglio. Dynit ha comunque confermato che sarà disponibile un'edizione home video, seppur non sia stata ancora comunicata una data di rilascio.
Come detto precedentemente, il film è naturale continuazione della serie animata e fedele trasposizione del manga, per cui non è possibile considerarlo come stand alone. Se volete quindi immergervi nel mondo di Demon Slayer, potete godere della serie animata, disponibile in streaming sia su Amazon che su Netflix, o nella versione Blu-Ray o DVD di Dynit. Il manga è invece pubblicato da Star Comics, attualmente giunta alla pubblicazione del quattordicesimo volume.

Dopo una serie animata di alto livello, sarà stato possibile per questo film fare ancora di più? Di certo sappiamo che oltre ai successi al botteghino, anche le vendite dell'home video giapponese sono state strabilianti, e nel primo giorno di uscita sono state vendute 268.000 copie dell'edizione limitata Blu-Ray e altre 218.000 per l'edizione regular in DVD, per un totale di 486.000 copie.
 
In seguito alla riabilitazione e all'apprendimento di nuove tecniche, Tanjiro e i suoi compagni riprendono la loro attività di cacciatori di demoni, preparandosi ad affrontare nuove, pericolosissime missioni. Il loro prossimo incarico consisterà nell'indagare su un treno dal quale sono misteriosamente scomparse oltre quaranta persone nell'arco di breve tempo. L'identità del demone è attualmente sconosciuta, tuttavia, questa volta il gruppo di giovani cacciatori potrà contare sull'aiuto del pilastro del fuoco.
 
 
«Infiamma il tuo cuore. Vai oltre i tuoi limiti. Io sono il Pilastro del fuoco: Rengoku Kyojuro!»
 
Seppur Tanjiro sia, come al solito, il protagonista della storia, Il treno Mugen si focalizza sul personaggio di Kyojuro Rengoku, Pilastro delle fiamme il cui scintillante ardore traspare da ogni frase da lui pronunciata. Divenuto con facilità uno dei personaggi più amati della serie, Rengoku è un uomo forte, brillante e fiero rappresentante di un ideale di giustizia e rettitudine fuori dal comune. Potrebbe sembrare ironico e superficiale quando dice a Tanjiro che vorrebbe farne un suo discepolo, ma Rengoku, orgoglioso esempio di conoscitore della tecnica della respirazione del fuoco, crede fermamente nella lunga tradizione del Pilastro delle fiamme, da sempre presente tra gli ammazzademoni assieme a quello dell'acqua. 
Come la serie ci aveva già abituati, anche in questo film Demon Slayer continua a mettere in evidenza l'importanza della famiglia, dei legami e della forza insita in ogni persona, capace anche nella propria debolezza di semplice umano, di non arrendersi dinnanzi alla malizia e al desiderio dei demoni. Ciò che Rengoku offre a Tanjiro e compagni, non è solo una prova di grande forza fisica e padronanza della tecnica, poiché ciò che di più importante trasmette ai ragazzi, con il suo sorriso fiero e gli occhi che guardano sempre dritto davanti a sé, è seguire il proprio cuore e scegliere la strada che si ritiene giusta, proteggere le persone, vivere e andare avanti a testa alta.

Concetti che potrebbero essere visti come scontati, e che senza alcun dubbio vengono spesso ribaditi nelle opere destinate ai ragazzi, trovano in Demon Slayer perfetta espressione per mezzo dei suoi personaggi, che seppur non sempre ci diano modo di conoscerli a fondo, riescono  a trasmettere forti emozioni, e il loro sentimento arriva con facilità dritto al cuore. Uno dei motivi della popolarità della serie è appunto la capacità di trasmettere in modo immediato e naturale i sentimenti dei suoi personaggi, che siano essi trasparenti e limpidi o tormentati e oscuri. Rengoku riesce particolarmente bene nel compito, probabilmente grazie a quell'ardore che non abbandona i suoi occhi neanche per un istante.
 

Il treno Mugen non è un film che si discosta particolarmente dalla precedente serie animata; si tratta di una breve saga che copre i volumi 7 e 8 del manga, la quale avrebbe anche potuto essere adattata in serie TV. La durata contenuta e la spettacolarità degli scontri narrati, tuttavia, hanno fatto sì che essa venisse trasposta in film cinematografico, così da poter al contempo ampliare ulteriormente il bacino di pubblico, o comunque trovare una grossa fonte di introiti e battere nuovi record.

Durante le due ore circa di visione ritroviamo quell'atmosfera ora ilare ora drammatica che avevamo imparato a conoscere grazie all'anime, per cui non mancano i momenti divertenti e le gag, né tantomeno ci si risparmia sul fronte del dramma. Il film parte alternando questi due momenti, ma quando decide di colpire il cuore dello spettatore lo fa in maniera spietata, portandoci nei meandri del dolore di Tanjiro e non solo. Sono le due anime che hanno sempre accompagnato Demon Slayer, e che hanno permesso al mondo di accostarsi con grande empatia alla storia del giovane ammazzademoni, un cammino fatto di profonda sofferenza ma anche di momenti felici, perché per quanti momenti difficili si possano attraversare, bisogna sempre trovare il coraggio di andare avanti.
Il film ci mette davanti a due scontri spettacolari, il primo dei quali, contro l'uno calante Enmu, si concentra sui sogni e sulla presa di coscienza di desideri, debolezze e rimpianti dei protagonisti. 
 
«Vorrei poter restare qui per sempre. Vorrei tanto voltarmi indietro, resterei qui in eterno, insieme a loro. Ma io... ho già perso tutto questo. Non si torna più indietro.»
 

Come per la serie TV, ancora una volta la regia è affidata ad Haruo Sotozaki, che conduce il film in maniera egregia sotto tutti i punti di vista. Ufotable non risparmia le energie e offre delle animazioni eccellenti che in alcuni frangenti superano anche l'ottima serie televisiva. In particolare, lo scontro tra Rengoku e Akaza è una bellissima danza in cui il fuoco non smette mai di brillare.
Una peculiare sequenza poi, a cura di Nozomu Abe (fautore del momento più alto dello scontro tra Tanjiro e Rui, episodio 19 dell'anime), lascia esplodere la forza di questa lotta, con le fiamme di Rengoku che si muovono fluide come fossero acqua, così come la sua spada che con delicata potenza affonda nelle carni dell'avversario.
Tutte le varie tecniche di respirazione e i loro kata sono animate in maniera maestosa e dinamica, rendendo sempre più palese come questo fosse un film destinato alla spettacolarità del grande schermo.
Così come nell'anime, il tutto è realizzato mettendo insieme computer graphic, rotoscopio e disegno tradizionale che attinge dallo stile Ukiyo-e.
Purtroppo non sempre risulta altrettanto ben integrata la computer graphic usata su modelli quali il treno o il demone Enmu nella sua trasformazione, che non si amalgamano perfettamente con il resto del contesto.
Ritroviamo invece grande cura per gli sfondi, seppur gli ambienti siano molto limitati, così come per i dettagli, nonché per luci e colori.

La colonna sonora, ancora una volta a opera di Yuki Kajiura e Go Shiina, accompagna con sontuosità il film, ed esplode con potenza nei frangenti più importanti. Da segnalare per particolare bellezza le tracce "Rengoku's Theme", le struggenti "I Wish I Could Stay Here Forever" e "Tanjiro Leaves", senza dimenticare le varie musiche che si susseguono nello spettacolare scontro tra Rengoku e Akaza.
Ultima, ma non certamente per demeriti, la toccante "Homura", cantata da LiSa, che accompagna i titoli di coda.
 
«Ci siamo incontrati in un viaggio infuocato. Prendo la tua mano e la lascio andare per il bene del futuro. Ogni volta che un sogno si avvererà mi ricorderò di te. Ho pianto dicendo che voglio diventare più forte. La mia determinazione è il mio regalo d'addio.»
(Homura - LiSa)



L'anime di Demon Slayer si è avvalso sin dall'inizio di un cast di doppiaggio stellare, e mentre ritroviamo le appassionate interpretazioni di Natsuki Hanae, Yoshitsugu Matsuoka e Hiro Shimono (invero il suo Zenitsu è un po' defilato questa volta), tre stelle del firmamento seiyuu si uniscono al film: si tratta di Satoshi Hino, Daisuke Hirakawa e Akira Ishida. In realtà i primi due avevano già avuto una fugace apparizione nella serie TV, ma non era stato abbastanza per far emergere i loro personaggi e di conseguenza le loro doti da doppiatori.
Hino si accomoda con naturalezza sul personaggio di Rengoku, e con il suo tono potente ne rende al meglio la forza e la fierezza; Hirakawa si dimostra ancora una volta capace di donare vita a personaggi melliflui e perversi con la sua prestazione su Enmu. Infine, Akira Ishida conferma la sua versatilità nel doppiare personaggi di ogni tipo, e se negli ultimi tempi lo avevamo sentito in ruoli più o meno adulti e compassati, qui fa uno splendido lavoro su Akaza, che almeno nella sua apparenza veste i panni di un giovane dal tono spavaldo e impudente. 
Discorso simile può essere fatto per quanto riguarda il doppiaggio italiano, per cui trovano conferma le performance di Renato Novara, Mosè Singh, mentre le prestazioni più sorprendenti arrivano da Andrea la Greca, Federico Viola e Fabrizio Valezano. Particolarmente ammirevole è la prestazione di Viola, poiché Akaza è un personaggio abbastanza diverso da qualunque altro a cui abbia prestato la voce finora.
Insomma, sia il doppiaggio giapponese che quello italiano riescono a imprimere forza ai personaggi e a portarne allo spettatore la miglior caratterizzazione possibile.
 
 
Nella spettacolarità dei suoi combattimenti, nella maestosità di un progetto che ha sbancato praticamente in tutto il mondo, Demon Slayer The Movie: Il treno Mugen continua ad essere la storia semplice ed emozionante che abbiamo imparato ad amare in questi anni.
I sogni di Tanjiro e Rengoku ci riportano alle cose perdute, al calore di una famiglia, a tutto quello che non riusciremo mai più a toccare e sentire, ma così come Tanjiro torna alla realtà utilizzando la soluzione più estrema, e tante e tante volte muore e rinasce, così Demon Slayer continua a dirci di credere, di avere il coraggio di accettare che siamo deboli, fragili e finiti. Perché ogni volta che ci sembra di aver raggiunto un traguardo, questo si sposta ancora più avanti, lasciandoci tra le mani la nostra impotenza. Ma quello che Rengoku ci insegna, regalandoci un sorriso dolce e caldo come il sole di primavera, è che dobbiamo sempre andare avanti a testa alta, con fierezza dobbiamo continuare ad ardere, come il suo fuoco, che resterà sempre acceso nei nostri cuori, potente e brillante.


Demon Slayer the Movie: il treno Mugen 01

Titolo italiano:  N.D.

Data italiana: 13/07/2021
Data in patria: 16/10/2020
Durata: 120 minuti

Totale voti:   93   19   0 


Gald

Che dire? Bel film. Punto. Si può discutere su tante cose, certo, non un capolavoro a livello intellettuale, certo (ma c’è anche da dire che questo probabilmente non era l’obbiettivo), ma per il resto wow. Le animazioni sono spettacolari. Spettacolari.

 28/07/2021

The Narutimate Hero

Considerata la serie d'origine e le premesse, che venisse fuori un bel film era quasi scontato, ma è comunque una piacevolissima sorpresa scoprire l'evoluzione delle vicende di uno degli anime più importanti degli ultimi anni in una pellicola del genere.

 24/07/2021

Imperator

Il film ha tutte le caratteristiche della serie quindi, a parte il lato tecnico, è mediocre.

 22/07/2021

sarah007

Film emozionante e commuovente... Mi dispiace solo che non sia uscito nelle sale italiane! Non vedo l'ora che inizi la seconda stagione!!

 21/07/2021

Seve

Perché DS ha fatto successo? E' uno shonen mitologico ambientato nell'Era Taisho e ai giapponesi come periodo piace un casino. Protagonista = ragazzo giapponese medio che guarda anime. Film eccellente, cmq. Non da 10 per via della natura di episodio.

 21/07/2021

mizu_kagamino

Dio quanto odio Zenitsu

 20/07/2021

TheAxel

Come la serie: bello visivamente e un plauso alle musiche. Per il resto è uguale al manga, quindi fa schifo. Continuo a non avere motivi per trovare interessante un personaggio come Rengoku.

 19/07/2021

Arwen1990

Arco narrativo infuocato e toccante. Un Rengoku che si dimostra essere un grande uomo, un pilastro su cui fare affidamento e modello di vita. Nuove sfide attendono Tanjiro all'orizzonte ma meglio che vada a recuperare la spada. Doppiaggio fantastico,bravi

 19/07/2021

Manga18

Bella la storia, molto brutta la CGI del cattivo principale e del fuooco, strane le similitudini con jujutsu kaisen. Fosse un anime originale sarebbe verde, per il film dai maggiori icassi è giallo

 19/07/2021

marco gianini

Mi aspettavo qualcosa di fenomenale visto il su ccesso al botteghino. Ma mi ritrovo con un lungometraggio senza infamia e senza lode.

 19/07/2021

Mei_Chan

Rengoku aveva un death flag grande come una casa. Forse un po' lento nella prima parte, poi molto bello. Comunque non comprendo tutto questo successo.

 18/07/2021

filidema

Superlativo! Un film che, come la serie principale, mi ha saputo emozionare e coinvolgere al 100%! Semplicemente un piacere da vedere, 120 minuti rapiti. Ora l’hype per la seconda stagione è incommensurabile!

 18/07/2021

Metaldevilgear

Episodio allungato, non ha assolutamente i tempi adatti ad un film e si sente per larga parte. Poi si riprende un po' grazie a Rengoku, al comparto sonoro e a qualche animazione.

 17/07/2021

DaniMex

Film godibile, alcuni sketch troppo slegati dal contesto e non molto ben fatti, Cgi bruttina ma animazioni di altissimo livello, finale poco empatico ai fini del film, tuttavia il film scorre abbastanza bene e nel complesso l'ho abbastanza apprezzato.

 17/07/2021

Anemone Blu

Film davvero molto bello ed emozionante. Poi c'è da dire che è stato proprio un piacere per gli occhi...Che grafica, che animazioni!!! Trama semplice, ma lineare. I poteri di Enmu mi sono piaciuti un sacco, anche la caratterizzazione del suo personaggio.

 17/07/2021

irishman

Molto bello ma le gag con i personaggi deformed e l'isteria di Zenitsu li ho sopportati poco nel film (come nell'anime) Comunque un gran bel pezzo di animazione...

 16/07/2021

HISAKO

Piaciuto tantissimo! Voto 💯

 16/07/2021

Fish!!

Indubbiamente la battaglia e alcuni combattimenti sono animati magistralmente, ma la CGI del demone-treno è assolutamente inguardabile, tanto da rovinare il film (a mio gusto).

 16/07/2021

CloveRed

Ottimo film, spettacolare in alcune animazioni (si vede che è stato pensato per appagare lo spettatore al cinema) ottimo anche il doppiaggio, forse un poco troppo lenta la prima parte ma si riprende sul finale che è tanto bello quanto straziante😢.

 16/07/2021

edgofglory

Forse qualche minuto esagerato sul finale, ma per il resto molto godibile.

 15/07/2021

BeccaRebecca

Animazioni divine, musiche spettacolari. Tante emozioni, soprattutto nel finale

 15/07/2021

crackers

ottima qualità del comparto grafico, ovvio è Ufotable, ma già dopo 15 minuti dello strillone non ne posso già più... non per colpa del doppiatore che anzi ha un compito molto difficile. E' solo che è palloso, noioso, scontato, sempre uguale

 14/07/2021

Mirokusama

Coraggiosa la scelta di eliminare subito un personaggio importante, il film in sé si guarda con piacere anche se, dal punto di vista tecnico, non mi è sembrato molto migliore della serie TV, cattivo poco carismatico, successo, come sempre, esagerato.

 14/07/2021

Hachi194

Molto carino. Inosuke e Zenitsu sono indispensabili a rendere questa serie particolare e più godibile. Finale che francamente non mi aspettavo. Due ore volate

 14/07/2021

brady

Prima parte con i sogni noiosetta. Per il resto se si levano i dialoghi di ammirazione tra le persone e gli spiegoni rimane ben poco. Apprezzabile che una volta tanto uno dei buoni *****, ma non avevo fatto in tempo ad empatizzare. Per i fan della serie.

 14/07/2021

halienato

soggettivamente, questa è una delle parti più deboli del fumetto, ufotable ha fatto un lavorone e anche i doppiatori. detto questo, lo promuovo ma per me rimane inferiore alla serie sia per regia degli scontri, che per animazione, che per ost.

 14/07/2021

Nishikata

veramente potente. narrazione e trama sublimi. visivamente una gioia per gli occhi. senza contare quanta emozione suscita. bello davvero! ora capisco il suo successo, meritava il cinema...

 14/07/2021

Alex Ziro

Qualità eccelsa, ottima scelta renderlo un lungometraggio, peccato non vederlo al cinema. Musiche che non ho apprezzato particolarmente ma non è importante. Essenzialmente era molto prevedibile ma non per questo è un problema, godibile come lo è sempre.

 13/07/2021

Riccardo80

Emozionante, adattato bene come sempre.

 13/07/2021

chomp96v2

Probabilmente il miglior arco della serie fino ad ora, in pari con il manga in Italia al volume 14, insieme al prossimo che sarà protagonista della prossima stagione

 13/07/2021

Walrider

Carino è carino ma proprio non capisco il successo.

 13/07/2021

2247

Di gran lunga più avvincente lo scontro finale rispetto a tutto il preambolo del trenino Thomas con tutte quelle schifezze CG semoventi. Divertente però il fatto che nel subconscio di Inosuke e Zenitsu impazzirebbe lo stesso Freud! 😂

 13/07/2021

Popi-Chan

Ottima rappresentazione fedele al manga di questo mini arco temporale che segue la prima stagione dell'anime. Ho apprezzato moltissimo sia le animazioni che le soundtrack.

 14/06/2021

Crosta Terrestre

capolavoro animato divinamente

 07/06/2021

ceres19

Meglio di quanto mi aspettassi. Difficile non affezionarsi al "vero" protagonista di questo film. Belle le animazioni ed il comparto sonoro (anche se leggermente inferiori rispetto al comparto video). Film emozionante.

 30/05/2021


Altri Voti